Domun Aurea riaperta, servono 31 milioni (video)

 
 
 

Nel 2018 la Domus Aurea di Nerone potrebbe tornare a essere visitabile. Da anni infatti la sfarzosa villa urbana, che l’imperatore aveva fatto costruire con le pareti ricoperte di marmi pregiati e le volte decorate d’oro e di pietre preziose per tenervi le sue memorabili feste, è chiusa al pubblico per i troppi rischi legati alla sicurezza. Il problema sono le infiltrazioni di pioggia, l’umidità, le radici degli alberi e il peso del terreno del giardino del Colle Oppio che copre la costruzione, allestito a inizio ’900.All’interno della Domus Aurea – dove lavorano 13 imprese con quasi settanta tra archeologi, ingegneri, architetti, geologi – il restauro è in corso e si è a circa il 70% del consolidamento: la Soprindentenza speciale per i Beni archeologici di Roma ha completato e presentato il progetto definitivo per il risanamento della parte superiore al monumento. La durata dei lavori (su 16.000 mq) è prevista in 4 anni, in 7 fasi, per un costo complessivo di circa 31 milioni di euro, 7/8 milioni l’anno. Più o meno 2 mila euro al metro quadro, meno della ristrutturazione di un appartamento.

mercoledì, 18 giugno 2014 - 20:00