I 28 gradini della Scala Santa tornano al marmo originale

Loading the player...
12 aprile 2019

Prima la benedizione, poi la fila per salire in ginocchio. Pellegrini emozionati hanno risalito i 28 gradini in marmo della Scala Santa, a Roma, tornata alla sua bellezza originaria per la prima volta dal 1723, quando Innocenzo XIII volle una copertura in legno per preservarla al meglio. Il restauro, oltre ai gradini, ha riguardato gli affreschi cinquecenteschi, esaltandone gli antichi colori.

La scala, da sempre luogo di devozione cristiana, ritenuta quella che Gesù risalì per raggiungere il Palazzo Pretorio di Gerusalemme dove venne giudicato da Ponzio Pilato, resterà nella forma originale per 60 giorni, poi sarà nuovamente applicata la copertura lignea. Padre Francesco Guerra, rettore del Santuario della Scala Santa: “Ci siamo domandati: ma quanti milioni di persone sono passati qui e da quanto tempo questi salini sono saliti in ginocchio e perché il bisogno da parte del fedele di toccare il sacro?”.

Visibile l’emozione dei pellegrini saliti in ginocchio sul marmo: “Io l’ho fatta quando c’erano i gradini in legno ma è più emozionante adesso, il pensiero che è lì proprio dove è passato Gesù e dove si è fermato, ha sofferto, è emozionante”. “E’ stato bello salire, per me è stata la prima volta e l’ho fatto in ricordo di mia moglie che ho perso da pochi mesi”.

Leggi anche:
L'Earth Day, il mondo si mobilita per l'ambiente

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti