Accoltellata moglie capo comunita’ ebraica a Helsinborg

Accoltellata moglie capo comunita’ ebraica a Helsinborg
14 maggio 2019

Una donna ebrea di 60 anni, moglie del segretario generale della comunita’ ebraica locale, e’ stata ferita con nove coltellate a Helsinborg, nel sud della Svezia, mentre si recava nell’ufficio del marito. Lo riferisce il Times of Israel. La donna e’ in gravi condizioni, tra la vita e la morte. L’aggressore e’ fuggito ed e’ scattata una caccia all’uomo. Intanto, la polizia svedese ha rafforzato la sicurezza attorno ai centri ebraici di Helsinborg, dopo che una donna ebrea è stata accoltellata oggi in strada in questa città.

Anche il ministero israeliano degli Esteri, ha dichiarato che si tratta della moglie del capo della comunità ebraica locale. La donna viene descritta come molto attiva nella comunità. Al momento non sono noti i motivi dell’aggressione, ma la polizia ha deciso comunque di rafforzare la sorveglianza attorno alla sinagoga di Helsinborg e ad altri luoghi legati alla comunità ebraica. Ferita gravemente, la donna è ora ricoverata in ospedale, mentre il suo aggressore è riuscito a fuggire. “Stiamo trattando la vicenda come un tentato omicidio”, ha affermato il portavoce della polizia Filipi Annas, spiegando che il movente non è stato ancora chiarito. E’ stato emesso un ordine di cattura contro l’aggressore.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
A Nantes tornano i gilet gialli, scontri e 18 arresti


Commenti