Affido condiviso, M5s frena su ddl Lega. Pd-FI: testo pericoloso

Affido condiviso, M5s frena su ddl Lega. Pd-FI: testo pericoloso
Il senatore leghista, Simone Pillon
13 settembre 2018

Il Movimento 5 stelle frena sull’Affido condiviso. “E’ in corso un confronto” nella maggioranza, spiega il capogruppo al Senato, Stefano Patuanelli. Soddisfatti Pd e FI, che giudicano “pericolosa” la proposta del leghista Simone Pillon, appena presentata e incardinata in commissione a palazzo Madama e gia’ messa in discussione dagli alleati pentastellati. Una bozza che prevede di modificare non solo l’affido condiviso dei figli di genitori separati, ma anche il mantenimento diretto, con cancellazione dell’assegno, e la “bigenitorialita’”, per arrivare nelle intenzioni a una parita’ tra i coniugi.

Leggi anche:
Liste uniche e nuovo simbolo, FI prepara il rilancio alle Europee

Le donne Pd dell’associazione TowandaDem hanno scritto alle colleghe della maggioranza per chiedere di fermare il disegno di legge che ha suscitato molte polemiche, anche da parte di esperti della materia, e ha incassato le dure critiche delle opposizioni. Per Francesco Giro (FI), si tratta di una proposta “indecente e obbrobriosa da bocciare totalmente perche’ sessista, maschilista, discriminatoria e retriva, un’autentica anticaglia ideologica che pretende di statalizzare il matrimonio, le separazioni, il divorzio, l’Affido e l’educazione dei figli quasi vivessimo in una nazione stalinista”. “Ho firmato con massima convinzione l’appello lanciato dalla rete Di.Re, che riunisce decine di Centri antiviolenza, per il ritiro del ddl Pillon su separazione e Affido.

Leggi anche:
Vigilia congresso in attesa Minniti-Martina. Renzi: "Mio ciclo è chiuso". E guarda alle Europee

Quel testo penalizza gravemente le donne, che nelle famiglie sono gia’ nella maggior parte dei casi il polo piu’ debole, e deve essere ritirato”, afferma la senatrice di Leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto. “Il disegno di legge del leghista Pillon rischia di riportare indietro l’Italia di 50 anni ed e’ pericoloso per le madri, per i figli e per tutti i padri seri e responsabili”, attacca la dem Monica Cirinna’. Nel pomeriggio, il capogruppo pentastellato al Senato annuncia: “e’ in corso un confronto all’interno della maggioranza, ci sono alcuni aspetti che secondo noi meritano un approfondimento. Arriveremo in breve tempo ad un pieno accordo sul testo e andremo avanti con determinazione”, garantisce Patuanelli. Una buona notizia per Forza Italia: “Mi conforta che la maggioranza abbia deciso di rimettere in discussione il disegno di legge”, dice Mara Carfagna, che bolla come “pericoloso” l’attuale testo. Ma al Pd non basta: “Non somministrate questa pericolosa medicina ai bambini e agli adolescenti del Paese! Il testo non e’ emendabile. Va ritirato subito”, scandisce la responsabile dem dell’Infanzia, Francesca Puglisi.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti