Afghanistan, almeno 43 morti in un attacco talebani

Afghanistan, almeno 43 morti in un attacco talebani
L'Hotel Intercontinental di Kabul subito dopo l'attacco
21 gennaio 2018

Sarebbero almeno 43 i morti nell’attacco rivendicato dai talebani afghani all’hotel Intercontinental a Kabul, in Afghanistan. L’attacco si e’ concluso questa mattina dopo piu’ di 12 ore di resistenza da parte del commando armato. Al momento dell’attacco nell’albergo si stava svolgendo una festa di fidanzamento. Le cifre sono state comunicate dall’emittente afghana ToloNews, citando “una fonte credibile” della sicurezza. Il bilancio e’ molto piu’ alto di quello diffuso dalle autorita’. Infatti, il ministero dell’Interno afghano ha reso noto finora un bilancio ufficiale, ma non definitivo, dell’attacco dei talebani all’Hotel Intercontinental di Kabul, quantificando le vittime in 18, quattro afghani e 14 straniere. Tre delle vittime afghane sono state gia’ identificate in responsabili governativi nazionali e provinciali, mentre per quanto riguarda quelle straniere e’ stata la compagnia aerea afghana Kam Air ad indicare di aver perduto undici dipendenti, mentre otto risultano dispersi. In un tweet in inglese, il portavoce Zabihullah Mujahid ha precisato che l’operazione e’ stata condotta da 5 mujaheddin e che nell’albergo era in corso un incontro fra responsabili militari stranieri e personalita’ del governo afghano. Nella rivendicazione dell’attentato all’albergo di Kabul, i talebani sostengono di aver “ferito e ucciso decine” di soldati americani. Una notizia questa che non trova riscontri ufficiali. Il vice portavoce del ministero dell’Interno afghano, Nasrat Rahimi, ha precisato che il cadavere della donna straniera, di nazionalita’ imprecisata, e’ stato rivenuto in una stanza del sesto piano dell’albergo dopo l’uccisione del terzo terrorista.

Leggi anche:
Il Chutney di mango, la cucina indiana a tavola

Fra le vittime fatali afghane identificate finora, vi sono il responsabile del Dipartimento di Information & Technology (IT) della provincia di Farah, Jamaluddin Padshahkhil, e un importante membro dell’Alto Consiglio per la Pace afghano, Ahmad Farzan. L’attacco, spiegano i talebani, doveva essere sferrato venerdi’ ma e’ stato poi rimandato perche’ quel giorno all’hotel Intercontinental si celebrava un ricevimento di nozze. “L’attacco è terminato, tutti gli assalitori sono stati uccisi, 126 persone sono state soccorse di cui 41 straniere”, ha annunciato il portavoce del ministero dell’Interno, Najib Danish che ha confermato la presenza di quattro attentatori, i cui corpi sono stati ritrovati. Il numero esatto dell persone che si trovavano nell’hotel Intercontinental al momento dell’attacco è ancora incerto, come la nazionalità degli stranieri. La maggior parte dei feriti è stata trasferita in vari ospedali di Kabul, fra cui anche il Centro Emergency di Gino Strada. Il presidente americano Donald Trump e’ stato aggiornato sull’attacco terroristico. Una nota della Casa Bianca, precisa che gli Usa “stanno seguendo da vicino gli sviluppi” e “stanno fornendo tutto l’aiuto necessario all’Afghanistan”. Il Pakistan, intanto, ha fortemente condannato il “brutale attacco terroristico”. In un comunicato il governo pachistano esprime “grande dolore” per la perdita di vite umane ed il ferimento di altre e ribadisce “la nostra forte condanna del terrorismo in tutte le sue forme e manifestazioni”. A nostro avviso, si dice infine, “la cooperazione fra gli Stati e’ importante per combattere efficacemente ed eliminare il flagello del terrorismo”.

Leggi anche:
Valanga a Crans Montana, 1 morto. La fuga drammatica degli sciatori

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti