Ancelotti: “Il razzismo è un problema del calcio italiano”

Ancelotti: “Il razzismo è un problema del calcio italiano”
Carlo Ancelotti (foto sscnapoli)
12 gennaio 2019

“Il razzismo? Sembra un nostro problema, ma in realtà non è del Napoli, ma del calcio italiano. Il Napoli ha vissuto questo momento a San Siro che non è stato goliardico, quella sera c`è stato ben poco da ridere”. Si legge Sassuolo, vigilia di Coppa Italia, ma tiene banco ancora il problema razzismo dalle parti di Castel Volturno.

“S`è aperto un dibattito, tante contrapposizioni, noi non abbiamo alcuna pretesa ma c`è un regolamento ed un protocollo che non è stato rispettato con l`Inter e vogliamo che sia rispettato, come da altri organi (Uefa-FIFA, ndr). Noi non abbiamo mai parlato di sospensione, ma di interrompere temporaneamente come da protocollo. Sembra un problema del Napoli, ma è un problema sociale e culturale. Ci sentiamo coinvolti per migliorare la nostra Italia. Non è un problema solo legato allo sport, ma lo sport evidenzia un malessere che esiste a livello culturale”. Koulibaly giocherà: “Ha avuto vacanza, è tornato bene e domani giocherà, vi do il secondo inidizio di formazione. Ci sarà ricorso per la squalifica, diventa un discorso giuridico, ma l`ho visto molto bene”. Secondo tema caldo quello di Allan da molti dato sulla via del Paris Saint Germain.

Leggi anche:
Assoluti, Bassino strappa scettro a Brignone in gigante

“Non temo di perderlo. La volontà del club è di rimanere competitiva come negli ultimi anni. Nella valutazione del momento c`è solo la possibilità di un giocatore in prestito perché non vogliamo una rosa troppo larga per la gestione degli allenamenti. Allan domani non gioca dall`inizio perché aveva un permesso, come anche Ospina, perchè s`è allenato poco. Lo dico prima per evitare certi discorsi ed avete un vantaggio di formazione. Rog sostituto? E` uno di quei giocatori che consideriamo di mandare in prestito”. E alla domanda su quale dei giocatori l`ha stubito maggiormente aggiunge:”Ci sono giocatori che possono fare di più. Sono pochi quelli che hanno mostrato il 100%, nomi non ne faccio”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti