Arancia Rossa, un’app per sventare frodi alimentari

Arancia Rossa, un’app per sventare frodi alimentari
12 maggio 2019

Il Consorzio arancia rossa di Sicilia Igp avrà presto un nuovo strumento per sventare frodi alimentari e far riconoscere ai consumatori l’origine e la genuinità dell’agrume con una semplice scansione da smartphone del bollino Igp presente su ogni cassetta o retina di arance.

Il progetto si chiama Rouge (Red orange upgrading green economy) ed è stato ideato dal Consorzio, insieme ad Almaviva con la consulenza del Consiglio per la ricerca in agricoltura e partnership con il dipartimento di Agraria dell’Università di Catania. La piattaforma di tracciabilità funziona con tecnologia Blockchain. L’app, grazie a un sistema di geolocalizzazione integrato con il bollino Tag apposto sulle cassette di arance, permetterà di verificare il campo di produzione, la data del raccolto, le modalità di conservazione e distribuzione. In pratica tutto il percorso delle arance contenute in quella cassetta sarà consultabile attraverso una semplice scansione del bollino digitale.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Gioco simula uccisione giornalista, bufera su Sniper 3D Assassin


Commenti