Arianna Errigo al Tas per sciabola e fioretto a Tokyo

Arianna Errigo al Tas per sciabola e fioretto a Tokyo
Arianna Errigo
4 giugno 2019

Arianna Errigo si è rivolta al Tas di Losanna coltivando il sogno di andare a Tokyo e competere in due armi, fioretto e sciabola: “Il fioretto e’ la mia vita – ha detto la 30enne atleta di Monza – e’ tutto, ci ho costruito tutta la mia carriera. La sciabola mi da’ quella freschezza, quell’entusiasmo, quella novita’ che in questo momento mi serviva. Fioretto e sciabola sono l’opposto, forse fioretto e spada si assomigliano – racconta in un’intervista a Sky Sport – ma quando tiro di fioretto, mi sento molto sciabolatrice. Nessuno lo ha mai fatto, e’ difficile e qualora ci riuscissi sarebbe un’impresa”.

Il ct del fioretto, Andrea Cipressa, ritiene che la sciabola indebolisca la Errigo fiorettista “ma nessuno puo’ dire effettivamente che sia cosi’, potrebbe anche essere il contrario, potrebbe darmi qualcosa in piu'”. Anche per questo motivo la Errigo ha deciso di rivolgersi al Tribunale arbitrale sportivo di Losanna contro la Federazione italiana e quella internazionale.
“Mi sono ritrovata nella squadra di sciabola femminile, in una gara sono stata la migliore a livello individuale e ho tirato benissimo nella prova a squadre, poi nella gara dopo non mi hanno portata, c’erano 12 convocate ma sono rimasta a casa. Come non puo’ essere un braccio di ferro?”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
"Curva" Ferrari, via Vettel puntiamo su Leclerc

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti