Attentato a Kandahar, almeno 16 le vittime. I talebani avanzano

Loading the player...
22 maggio 2018

Almeno 16 persone sono morte e altre 38 sono rimaste ferite in un attentato a Kandahar, nel sud dell’Afghanistan. Un minivan imbottito di esplosivo e’ saltato in aria in una stazione degli autobus mentre le forze di sicurezza cercavano di disinnescare la bomba, ha riferito l’emittente locale Ariana News. Tra le vittime, ci sono almeno un civile, due poliziotti e due membri dell’intelligence. L’esplosione e’ stata cosi’ potente che la maggioranza dei feriti sono civili che si trovano nei pressi. Il portavoce del governatore provinciale, Daud Ahmadi, ha riferito che nella zona e’ stato anche trovato un grosso container pieno di esplosivo, granate, giubbotti kamikaze e munizioni. “I terroristi pianificano di condurre un grosso attacco alla fine del Ramadan nella citta’ tra la folla in giro per Eid…le forze di sicurezza hanno impedito che avvenisse un disastro”. Finora non sono arrivate rivendicazioni. Nelle ultime settimane, talebani e Isis hanno incrementato il numero di attacchi mentre nel Paese sono in corso le procedure di registrazione in vista delle elezioni del prossimo 20 ottobre.

L’attentato a Kandahar arriva all’indomani della serie di attacchi lanciati dai talebani contro checkpoint di sicurezza nella provincia di Ghazni. Almeno 14 poliziotti sono rimasti uccisi nei distretti di Dih Yak e Jaghatu, tra cui il capo della polizia locale Faizullah Toofan e il comandante Haji Baraket. Gli attacchi sono stati lanciati nel tardo pomeriggio di lunedi’ e sono continuati nella notte. Il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha rivendicato la paternita’ delle violenze, sostenendo che i miliziani hanno conquistato il quartier generale a Jaghatu e diversi checkpoint della polizia a Dih Yak. Sempre i talebani lunedi’ hanno esortato gli abitanti di Kabul a evitare centri militari e dell’intelligence, nel mirino di nuovi attentati. Di recente i terroristi islamici hanno offerto l’amnistia alle truppe afghane ma solo se lasciano i “ranghi nemici”.

Leggi anche:
Di Maio: la Lega allontani Siri o inizio a preoccuparmi

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti