Bannon a Roma divide centrodestra. E Tajani sbotta: “Se ne torni a casa”

Bannon a Roma divide centrodestra. E Tajani sbotta: “Se ne torni a casa”
Steve Bannon, ex presidente della societa' Cambridge Analytica e ex consigliere di Donald Trump
21 settembre 2018

Steve Bannon apre di nuovo un solco nel centrodestra, all’indomani del vertice a palazzo Grazioli Salvini-Berlusconi-Meloni che sembrava aver ricucito il fronte diviso dalla nascita del Governo Conte, con allarme e sirene spiegate per la maggioranza giallo-verde di cui la Lega fa parte, Fi è opposizionem, Fdi si è messa nella zona franca dell’astensione.

Bannon è a Roma su invito di Giorgia Meloni che domani lo vedrà all’isola Tiberina protagonista con Matteo Salvini (che lo ha incontrato solo due settimane fa, il 7 settembre) di Atreju, la festa annuale dei giovani della destra italiana organizzata da Fratelli di Italia. “La presenza di Steve Bannon proietta certamente questa manifestazione – ha detto Giorgia Meloni aprendo Atreju- sul palcoscenico internazionale. Sicuramente – prosegue – la sua presenza e quindi il tema dell’adesione di Fratelli d’Italia a “The Movement” e a questa rete internazionale di movimenti identitari e sovranisti e’ un tema che io considero particolarmente centrale in questa edizione”.

Leggi anche:
Meloni: fatturazione elettronica follia che farà chiudere tanti

Meloni è arrivata all’isola Tiberina direttamente da Fiuggi, dove Antonio Tajani per tre giorni riunisce il gotha di Forza Italia sul tema “l’Italia e l’Europa che vogliamo”. E il vicepresidente Fi contro Bannon e il suo tour romano ha sparato alzo zero. “Io sono un ‘sovranista europeo’. Quando arriva un signore come Steve Bannon a dirci cosa dobbiamo fare per distruggere l’Europa, allora – ha scandito a Fiuggi Tajani- dico: ‘caro signor Bannon tornatene a casa, se vuoi fare il turista, fai il turista, meglio che stai zitto”.

Leggi anche:
Il renziano Faraone è nuovo segretario Pd in Sicilia

A fare da sponda al Presidente dell’Europarlamento e a puntare dritto contro Matteo Salvini, sempre dalla kermesse azzurra di Fiuggi, è stato il il segretario generale del Ppe, Antonio Lopez Isturiz. “Steve Bannon – ha affermato il leader dei popolari europeo – è un estremista pericoloso, di cui perfino Trump s’è dovuto sbarazzare per quanto era impresentabile. Leggo che si sta incontrando con Matteo Salvini: è una notizia gravissima. Trovo inaccettabile che questo ideologo in disgrazia pensi a distruggere il progetto europeo. Noi siamo i fondatori dell’Europa unita. Non accetteremo mai questo sovranismo d’accatto”. askanews

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti