Berlusconi attacca lo ‘ius solo’: attenti a afflusso musulmani

Berlusconi attacca lo ‘ius solo’: attenti a afflusso musulmani
22 giugno 2017

“L’Islam non ha un Papa che da’ l’interpretazione corretta di quelle che sono le Sacre scritture, si puo’ interpretare come vuole”. Silvio Berlusconi ieri nel salotto di ‘Porta a porta’ fa questa premessa. L’attacco e’ contro lo ius soli, la legge che il Pd vuole spingere dopo i ballottaggi. “Attenti che perdiamo l’identita’ italiana con un afflusso eccessivo di persone musulmane”, avverte l’ex premier. E dunque servirebbe “un esame” per chi volesse fare richiesta della cittadinanza. Ma soprattutto occorrerebbe stare attenti a chi intende l’Islam non “per la pace e la convivenza”. “C’e’ chi lo ritiene – osserva Berlusconi – come guerra a Maometto”. “Ricordiamoci che Maometto fu un generale che conquistava le citta’ e si faceva gli schiavi e meta’ degli schiavi se li faceva assegnare personalmente”, ricorda Berlusconi. “Pongo all’attenzione quello che alcuni anni fa disse un famoso islamista: ‘Conquisteremo l’Occidente con il ventre delle vostre donne”. “Il Califfato che e’ nato sull’Islam impone di tagliare la gola a chi e’ cristiano o ebreo”. L’ex presidente del Consiglio a ‘Porta a porta’ ha attaccato anche i Cinque stelle (“Non combinano nulla come i loro elettori, l’80% di loro non hanno presentato neanche la dichiarazione dei redditi prima di arrivare in Parlamento. Grillo e’ il vero pericolo, sono degli incapaci”) e ribadito che “noi siamo alternativi al Pd, Non ho mai pensato di governare con Renzi”. L’obiettivo e’ di tornare in campo (“Con me superiamo il 30%) e di tenere unito il centrodestra. Salvini? “Chapeau, ha portato la Lega al 12%. Con Fdi e il Carroccio siamo d’accordo sul programma”. (AGI) Gil

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Scissione Renzi agita Forza Italia. E Berlusconi contatta i "malpancisti"

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti