Calcio mercato. Furia Barcellona: “Sanzione sproporzionata”

Calcio mercato. Furia Barcellona: “Sanzione sproporzionata”
30 dicembre 2014

“Una sanzione completamente sproporzionata”. Lo scrive il Barcellona in una nota nella quale commenta la decisione del Tas che ha rigettato il recorso catalano avverso la decisione della Fifa che ha bloccato il mercato del club per due sessioni di mercato. Ciò per irregolarità nella compravendita di giocatori minorenni. Il Barcellona sottolinea come sia “un esempio mondiale in relazione all’istruzione e alla formazione di giovani calciatori” che “ha permesso a centinaia di giovani giocatori di coronare i propri sogni e di formarsi come persone”. La versione del Barcellona è che gli errori commessi sono stati di ordine amministrativo “causati soprattutto dal conflitto normativo esistente tra i regolamenti della Fifa e la legislazione spagnola e dalla convinzione del club”. Per questo motivo “il Barcellona considera la sanzione completamente sproporzionata, perché prevede una pena eccessiva per il club se si considera il percorso della società e le circostanze di questo caso specifico”. La battaglia legale continuerà presumibilmente dinanzi al Tribunale federale svizzero per ricorrere contro il lodo del Tas.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Inter-Roma 1-1, pari lascia aperta la corsa Champions


Commenti