Come cambia il graphic design, in Italia arriva il duo francese Helmo

Loading the player...
14 maggio 2018

Da anni lavorano per ampliare i confini del graphic design e ora il duo francese Helmo arriva in Italia con la mostra “Formateca”, ospitata nella Libreria 121+ di Corraini a Milano. Un’occasione per scoprire come Thomas Coudrec e Clément Vauchez hanno rinnovato gli impianti classici della comunicazione istituzionale, ricorrendo a soluzioni di forte impatto visivo e anche, perché no, una loro poesia. Nella mostra milanese però mancano del tutto le parole: gli 84 lavori esposti sono infatti solo di grafica pura, anche perché spesso documentano fasi della stampa, e non il risultato finale. “Abbiamo avuto l’intuizione – ha spiegato Coudrec – di andare a cercare, nei nostri 15 anni di lavoro, i tanti materiali stampati che erano senza parole. Abbiamo pensato che poteva essere interessante raccoglierli per creare un dialogo tra di loro sulle pareti, al solo livello di immagini”.

Il lavoro di Helmo è affascinante, oltre per l’allestimento nella libreria, una delle più dinamiche in una città già di suo dinamica come Milano, anche perché documenta come si sia evoluta la tradizione francese dell’affiche. E, senza il corredo delle parole, sono i lavori stessi a dare forma a quello che potremmo definire un nuovo tipo di alfabeto, l’alfabeto di Helmo. “Abbiamo solo forme, colori, diversi formati di carta – ha aggiunto Vauchez -. Li abbiamo organizzati, in modo da creare un vocabolario, oppure una biblioteca”. Tra suggestioni grafiche e immaginario collettivo, la mostra in 121+ resterà aperta al pubblico fino al 10 giugno.

Leggi anche:
Da Bradley Cooper a Valerio Mastandrea, boom di attori registi in questa stagione

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti

E' stato costruito tra il 1963-1967

Tragedia a Genova, crolla il Ponte Morandi: decine vittime, si indaga per omicidio. I tecnici: “E’ stato progettato male”. Società Autostrade: “Non ci risulta che fosse pericoloso e che andava chiuso”

Si schiantano al suolo una trentina di auto e tre tir, decine i feriti. Il viadotto dell'autostrada A10 è nevralgico per il traffico della città ligure e sulla cui sicurezza si discute da anni i video/fotogallery