Cinque ore sotto torchio, difesa dei Renzi chiede revoca dei domiciliari

Cinque ore sotto torchio, difesa dei Renzi chiede revoca dei domiciliari
Tiziano Renzi e Laura Bovoli
26 febbraio 2019

Quasi cinque ore di interrogatorio per Tiziano Renzi e Laura Bovoli, ascoltati al palazzo di giustizia di Firenze dal gip Angela Fantechi. I genitori dell’ex premier, da una settimana agli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Firenze che li vede indagati con le accuse di bancarotta e false fatturazioni riguardanti alcune societa’ cooperative, avrebbero risposto alle domande e collaborato. Al punto che lo storico legale di famiglia, Federico Bagattini ha chiesto “la revoca della misura degli arresti domiciliari”, anche perche’ la Bovoli si e’ dimessa il 20 febbraio dalla carica di amministratore delegato della ‘Eventi 6’ e Tiziano Renzi ha cancellato la sua iscrizione come agente di commercio, situazione che annullerebbe il rischio di reiterazione del reato per cui era stata disposta la misura cautelare.

Il pm Luca Turco si e’ riservato il parere. Quanto alla tempistica scelta dal gip per l’interrogatorio, il primo e’ stato l’imprenditore ligure Mariano Massone che si e’ avvalso della facolta’ di non rispondere e il suo legale, l’avvocato Luca Gastini, ha presentato una memoria difensiva alla giudice. Poi e’ stata la volta di Laura Bovoli, con un’interrogatorio durato circa due ore e mezzo. Infine il marito, Tiziano Renzi che ha atteso in una stanza del 9^ piano del palazzo in compagnia di alcuni dei suoi avvocati. Secondo quanto appreso entrambe hanno fornito al gip la loro versione riguardo alle accuse che gli sono state mosse. E’ gia’ buio quanto escono da palazzo di giustizia. Nel frattempo Bagattini, che insieme agli altri legali ha depositato una memoria, spiega che l’interrogatorio e’ stato “una mezza maratona” per la lunghezza di entrambe le deposizioni.

Leggi anche:
Sale la tensione a Hong Kong, l'allarme di Pechino

Tiziano Renzi ha inoltre spiegato la “filosofia” della Eventi 6, che si fonda sull’appoggiarsi a cooperative per i lavori dei committenti, che a loro volta contano su dipendenti con contratti a tempo determinato. Alla domanda su quale professioni svolgano adesso, “Tiziano Renzi e Laura Bovoli hanno risposto ‘pensionati'”. Ma non solo. “Laura Bovoli si e’ dimessa il 20 febbraio da amministratrice della ‘Eventi6′. Tiziano Renzi aveva una posizione da agente di commercio e anche lui si e’ cancellato”, ha concluso Bagattini. Ma la giornata era iniziata diversamente dalle altre. Di buon mattino lasciano la casa della figlia a Rignano sull’Arno e, a bordo di un suv con i vetri oscurati raggiungono lo studio del legale. Ad attenderli Federico Bagattini. Un briefing durato oltre tre ore. Alle 14,30, come da convocazione, tutti al palazzo di giustizia.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti