Collari d’oro, Malagò: orgoglio risultati e storia di successo

Collari d’oro, Malagò: orgoglio risultati e storia di successo
19 dicembre 2018

Una passerella di stelle per salutare il 2018. Il tradizionale appuntamento con la cerimonia dei Collari d’Oro, nella suggestiva Sala delle Armi del Parco del Foro Italico, ha fatto calare il sipario su un anno agonistico costellato di emozioni e successi, capaci di proiettare l’immagine migliore dell’Italia nel mondo. La consegna della massima onorificenza dello sport italiano, i campioni olimpici, paralimpici e mondiali del movimento, oltre ad alcuni uomini di sport e società che si sono particolarmente distinti nel corso della loro carriera e della loro storia. Nel corso della mattinata sono state anche consegnate le Palme d’Oro al merito tecnico agli allenatori dei fuoriclasse d’oro.

Leggi anche:
Figlio di Arata assunto a Palazzo Chigi, duello M5s-Lega fa tremare governo

Il Presidente Malagò ha aperto la giornata con un discorso di ringraziamento nei confronti delle eccellenze che hanno reso grande il Paese con le loro imprese. “Siamo qui per celebrare il risultato sportivo di tutte le nostre discipline, del lavoro fatto dalle nostre federazioni. E’ la massima onorificenza dello sport italiano. Oggi più che mai è importante ricordare cosa è stato e cosa ha fatto il CONI, è un esercizio da fare col cuore, la coscienza e la mente. Una storia sicuramente di grande successo, che ha onorato il paese, come nessun’altra istituzione. Perché siamo un’istituzione pubblica e sono onorato di parlare a suo nome. Anche nel 2018 non avete tradito: mai in un anno olimpico invernale si sono ottenuti risultati cosi importanti, con piazzamenti di successo sul podio e ai piedi del podio. La mia speranza è che il CONI rimanga il Comitato Olimpico più importante del mondo”.

Giovanni Malagò

L’orgoglio traspare anche dalle parole di Luca Pancalli in merito alle vittorie collezionate dagli atleti paralimpici nel corso dell’anno. “Oggi si rinnova una celebrazione della quale vado particolarmente fiero insieme a tutto il mondo che rappresento. E’ un atto di riconoscimento per gli straordinari atleti olimpici e paralimpici, i nostri atleti ricevono questo collare a nome anche dei tanti che coltivano una speranza e che sono in un letto di ospedale. Con fatica ci siamo conquistati un pezzo di dignità. In quei 105 anni di storia a un certo punto si è inserito l’elemento paralimpico che ha voluto anch’esso con grande umiltà e silenzio raccontare e scrivere la pagina sportiva del nostro paese. Siamo convinti che possiamo aiutarlo a crescere, abbiamo una grande responsabilità e dobbiamo dare risposte anche in questa direzione”.

Leggi anche:
Montecarlo, Fognini e Sonego volano ai quarti

Prima delle premiazioni ha infine preso la parola il Sottosegretario Giancarlo Giorgetti. “Sono qui con molto rispetto e una grande emozione nel vedere campioni che ammiravo in tv da ragazzo. Qui c’è l’eccellenza degli atleti, quelli che sono riusciti ad arrivare a grandi risultati, opportunamente si premiano anche tecnici e dirigenti che hanno dato il loro contributo affinché lo sport crescesse e le associazioni sportive che sono il tessuto, la base sui cui si costruisce lo sport italiano. Spero in una collaborazione che sono sicuro sarà armoniosa, sperando che la riforma che abbiamo immaginato sia compresa, attuata e possa dare benefici. Con questo spirito, auguro allo sport italiano tanti successi. E’ importante che il CONI autonomo sia il Comitato Olimpico migliore al mondo”.

Tutti i premiati

uesto l`elenco dei premiati, al netto delle assenze per motivi legati a indifferibili impegni personali e/o agonistici: Michela Moioli (Sport Invernali, Snowboard Cross), Sofia Goggia (Sport Invernali, Sci Alpino – Discesa Libera), Marcella Filippi (Pallacanestro, 3×3), Andrea Cassarà (Scherma), Andrea Anastasi, Lorenzo Bernardi, Luca Cantagalli (Pallavolo).

COLLARE D`ORO AL MERITO SPORTIVO ATLETI Arianna Fontana (Sport del Ghiaccio, Short Track – 500 metri), Raelin Marie D`Alie, Giulia Ciavarella, Giulia Rulli (Pallacanestro, 3×3), Francesco Molinari (Golf, Vincitore Torneo Major – The Open Championship), Mara Navarria (Scherma, Spada individuale), Alice Volpi (Scherma, Fioretto individuale), Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Giorgio Avola (Scherma, Fioretto a squadre), Filippo Mondelli, Andrea Panizza, Luca Rambaldi, Giacomo Gentili (Canottaggio, quattro di coppia), Ruggero Tita, Caterina Marianna Banti (Vela, Nacra 17), Kiara Fontanesi (Motociclismo, Motocross), Francesco Bagnaia (Motociclismo, Moto2), Francesca Lollobrigida (Sport Rotellistici, 14 titoli Mondiali), Alessia Zecchini (Pesca Sportiva e Attività Subacquee, 4 titoli Mondiali Immersione in Apnea)

CAMPIONI DEL MONDO PRIMA DEL 1995 Pietro Mennea (Atletica Leggera, alla memoria), Alberto Alberani Samaritani, Silvio Baracchini, Romeo Collina, Gianni De Magistris, Massimo Angelo Fondelli, Alessandro Ghibellini, Sante Marsili, Paolo Ragosa, Mario Rosario Scotti Galletta, Roldano Simeoni (Pallanuoto, 1978), Roberto Calcaterra (Pallanuoto, 1994), Marco Galli (Pallanuoto, 1978 – alla memoria), Andrea Lucchetta, Marco Martinelli, Roberto Masciarelli (Pallavolo, 1990), Paolo Tofoli, Andrea Zorzi (Pallavolo, 1990 e 1994), Giacomo Giretto, Damiano Pippi (Pallavolo, 1994), Nicola Pietrangeli (Tennis, Roland Garros e Coppa Davis), Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci, Adriano Panatta e Antonio Zugarelli (Tennis, Coppa Davis 1976), Renato Molinari (Motonautica, 18 titoli Mondiali)

PERSONALITA` Riccardo Agabio, Roberto Fabbricini, Raffaele Pagnozzi

SOCIETA` SPORTIVE ASD Edera 1904, Atalanta Bergamasca Calcio Spa, Circolo Scherma Firenze Roberto Raggetti, Sci Club Capracotta, Rari Nantes Camogli ASD, La Gazzetta dello Sport

PALMA D`ORO AL MERITO TECNICO Kenac Gouadec (Dt Sport del Ghiaccio, Short Track), Massimo Rinaldi – Dt -, Giovanni Luca Rulfi e Matteo Guadagnini (Sport Invernali, Sci Alpino), Cesare Pisoni – Dt -, Luca Pozzolini e Stefano Dalmasso (Sport Invernali, Snowboard), Angela Adamoli (Pallacanestro, Matteo Giunta (Nuoto), Andrea Coppola (Canottaggio), Ratko Rudic e Gianni Lonzi (Pallanuoto), Julio Velasco, Gian Paolo Montali e Paulo Roberto De Freitas, `Bebeto` – alla memoria (Pallavolo).

PREMIO AL VINCITORE DEL TROFEO CONI 2017 Comitato Regionale CONI Piemonte

SPORT PARALIMPICI COLLARE D`ORO AL MERITO SPORTIVO Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal – atleta guida – (Sci Alpino, Gigante e Slalom), Fabrizio Cornegliani (Cronometro e prova in linea cat. H1), Luca Mazzone (Ciclismo, prova a Cronometro cat. H2), Federico Mestroni (Ciclismo, prova a Cronometro, cat. H3), Giorgio Farroni (Ciclismo, Prova in linea e prova a cronometro cat. T1), Michele Pittacolo (Ciclismo, Prova in linea cat. C4), Francesca Porcellato (Ciclismo, Prova in linea e cronometro cat. H3), Gabriel Esteban Farias (Canoa, 200 m cat. KL1), Sara Morganti (Sport Equestri, Individual test e freestyle grado I).

Leggi anche:
Wanda Nara: "Icardi all'Inter anche il prossimo anno"

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti