Comi: rinuncio a seggio Ue, mi difendo senza immunità

Comi: rinuncio a seggio Ue, mi difendo senza immunità
Laura Comi
11 giugno 2019

Lara Comi, coinvolta nell’inchiesta sulla Corruzione in Regione Lombardia, rinuncia al seggio all’Europarlamento “perché voglio difendermi dalle accuse che mi sono state mosse, senza avvalermi dell’immunità parlamentare”.

In una dichiarazione, Comi innanzitutto ringrazia il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi “che durante l`incontro di mercoledì scorso mi ha più volte invitato a proseguire nella mia attività politica apprezzando il mio costante impegno per il lavoro svolto in questi anni a Bruxelles”. E poi aggiunge: “Nonostante ciò gli ho comunicato la mia decisione irrevocabile di voler essere libera da ogni incarico politico o nell`ambito dell’attività del Parlamento Europeo, perché voglio difendermi dalle accuse che mi sono state mosse senza avvalermi dell’immunità parlamentare. Da libera cittadina dimostrerò a testa alta la mia totale estraneità a fatti che possano avere rilievo penale”.

Dunque, spiega Comi, “ho chiesto al Presidente Berlusconi, senza voler in alcun modo condizionarne la sua scelta, di optare per il Nord Ovest convinta che solo lui possa continuare e rafforzare il lavoro che ho svolto nelle istituzioni a tutela dei giovani, delle donne e di tutti i settori produttivi. Ringrazio di cuore tutte le persone che hanno creduto e credono in me avendo espresso la loro preferenza con il loro voto”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Olimpiadi, dopo vittoria Milano-Cortina focus sulla governance. Caccia a manager per gestione Giochi, prima riunione a luglio


Commenti