Crisafulli: “Crocetta problema per siciliani. Mia candidatura? Nessun passo indietro neanche se me lo dovesse ordinare Renzi”

Crisafulli: “Crocetta problema per siciliani. Mia candidatura? Nessun passo indietro neanche se me lo dovesse ordinare Renzi”
26 marzo 2015

“La spinta propulsiva di Crocetta si e’ esaurita. L’azione di questo governo, secondo me, si e’ impantanata. Credo che sia un problema serio per i siciliani. Mi auguro che si riesca a trovare il bandolo della matassa, ma, se le cose vanno come io presumo, se qualcuno pensa che le questioni si risolvano elemosinando un aiuto a Roma, allora credo che siamo sul punto del disastro politico”. Lo ha dichiarato l’ex senatore del Pd Vladimiro Crisafulli, ospite dell’ultima puntata di “KlausCondicio”. “La grande azione di rinnovamento e di legalita’ che e’ stata portata avanti – ha aggiunto l’esponente del Pd – da sola non basta a creare le condizioni dello sviluppo. Da sola non da’ lavoro, ma c’e’ bisogno di creare condizioni di sviluppo, bisogna avere una strategia, delle idee, dei progetti. Io vedo solo annunci, ma, con tutto il rispetto, rimangono pur sempre solo annunci. Non mi pare che si vada oltre”.

Poi punta il dito sul suo segretario di partito. “Anche se me lo dovesse ordinare Matteo Renzi o mi chiamasse personalmente, non ci penso proprio a fare un passo indietro. Intanto, non capisco il concetto dell’ordine. Ascolterei, come e’ giusto, le sue argomentazioni e poi le sottoporrei al PD di Enna. Non penso comunque che lo voglia fare ne’ che abbia il tempo di farlo. Se non ci sono argomenti, non rinuncio”.

Leggi anche:
Tangenti, difesa: non richiesta revoca domiciliari per la Comi
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti