Ddl Musumeci per abbattere costi energetici

19 aprile 2014

Abbattere gli insostenibili costi di energia elettrica per irrigare i fondi agricoli, facilitando la realizzazione di impianti fotovoltaici. Questa la proposta contenuta nel disegno di legge presentato all’Assemblea regionale siciliana dal deputato Nello Musumeci e sottoscritto da deputati di altri gruppi. “La voce di spesa che incide maggiormente sul bilancio di una impresa agricola siciliana – si legge nella relazione al ddl – e’ rappresentata dall’energia per l’approvvigionamento idrico dai pozzi artesiani. Appare inammissibile che i nostri produttori agricoli debbano pagare anche 25 euro per ogni ora di acqua acquistata per irrigare le coltivazioni ortofrutticole o intensive in generale e che tale alto costo sia rappresentato al 100% dalle altissime tariffe dell’energia per alimentare i motori dei pozzi stessi. Questa diseconomia e’ la causa principale del progressivo abbandono dei terreni coltivati, soprattutto nelle aree vocate alla produzione agrumicola”.

 
   “La soluzione per la sopravvivenza delle imprese agricole siciliane, costrette ad irrigare i loro fondi con Pozzi gestiti da piccoli consorzi fra privati, resterebbe dunque – secondo Musumeci – quella di dotare i medesimi Pozzi di impianti fotovoltaici, che consentirebbero l’abbattimento di quasi il 100% del fabbisogno energetico per l’approvvigionamento idrico, tenuto conto che l’irrigazione in Sicilia si prolunga in un’annata agraria quasi sempre per circa sei-sette mesi, mentre l’impianto fotovoltaico produce per tutto l’anno”. L’iniziativa parlamentare prevede, in particolare: la costituzione di un Fondo di garanzia per sostenere l’accesso al credito per le aziende agricole di produzione singole o associate in consorzi irrigui che intendono ricorrere al finanziamento bancario per l’acquisto e la realizzazione dell’impianto fotovoltaico destinato all’uso irriguo; lo snellimento e l’azzeramento delle pratiche burocratiche ed autorizzative nonche’ degli oneri per l’installazione di impianti fotovoltaici in zona agricola destinati esclusivamente ad uso irriguo dell’impresa, di capacita’ e potenza coerente con il fabbisogno energetico dell’impianto irriguo. 

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
ArcelorMittal, governo in alto mare. Le controproposte di Conte e le tensioni M5s su scudo penale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti