Decreto fiscale è legge: da equo compenso a rottamazione bis. Tutte le misure

Decreto fiscale è legge: da equo compenso a rottamazione bis. Tutte le misure
30 novembre 2017

Via libera definitivo al decreto fiscale collegato alla manovra. La Camera ha approvato il provvedimento senza apportare modifiche al testo licenziato al Senato il 16 novembre scorso. In mattinata il governo ha incassato la fiducia sul provvedimento con 284 voti favorevoli 162 contrari e un astenuto. Il via libera definitivo è arrivato invece con 237 voti favorevoli, 156 contrari e 3 astenuti. Il piatto forte del decreto fiscale è quello dedicato alla rottamazione delle cartelle. Al `bis` concesso dal testo originario si è aggiunta l’ampia serie di possibilità di accesso alla misura approvata a Palazzo Madama, che oltre ad ammettere all’agevolazione quanti non ne avevano approfittato nella prima versione o ne avevano perso il diritto per mancati versamenti, ha rimodulato una serie di date (tra le altre figura la nuova scadenza per chiedere di aderire, al 15 maggio 2018 da fine 2017, o lo slittamento dal 30 novembre al 7 dicembre prossimo del termine per pagare le vecchie rate scadute tra luglio e ottobre). Confermato il numero complessivo delle rate, cinque, e il termine dell’operazione, per febbraio 2019. Facilitato, inoltre, il ricorso allo strumento della rottamazione da parte degli Enti locali. Altra misura ‘pesante’ per le coperture della manovra il rinnovo oneroso della concessione del Gratta e Vinci a Lottomatica per 800 milioni di euro. Tra le altre principali misure approvate nel decreto collegato, l’equo compenso non limitato ai soli avvocati e anche nei confronti della pubblica amministrazione, le risorse per gli approvvigionamenti della cannabis terapeutica e per assicurare la copertura del SSN su tutto il territorio italiano, il pacchetto terremoto (con la proroga della sospensione di bollette e mutui, la sospensione dei tributi nelle aree di Ischia e Livorno e la norma sulle abitazioni provvisorie costruite nei pressi delle case inagibili, la cosiddetta norma “nonna Peppina”). Ma anche la stretta sullo stalking, la semplificazione delle procedure nelle scuole sui vaccini obbligatori, lo stop alla fatturazione a 28 giorni per telefonia e pay-tv, il mini-scudo fiscale per ex residenti all’estero e transfrontalieri e l’allargamento delle detrazioni per gli affitti degli studenti fuori sede. E’ stata ritirata, in extremis, la riforma delle agenzie fiscali che potrebbe essere riproposta nel corso della seconda lettura della manovra a Montecitorio. Saltata anche l’istituzione della fondazione sulla cybersecurity. Queste le principali misure contenute nel decreto.

Leggi anche:
Famiglie chiedono più prestiti

EQUO COMPENSO Scatterà per gli avvocati iscritti all’albo l’equo compenso nei rapporti professionali regolati da convenzioni aventi ad oggetto lo svolgimento delle attività in favore di imprese bancarie e assicurative” nonché di grandi imprese. Le stesse regole si applicano, in quanto compatibili, anche alle prestazioni rese dai professionisti anche iscritti a ordini e collegi. La pubblica amministrazione, in attuazione dei principi di trasparenza, buon andamento ed efficacia delle proprie attività, garantisce il principio dell’equo compenso per le prestazioni rse dai professionisti.

STOP FATTURA A 28 GIORNI Via libera alla fatturazione mensile per le bollette di telefonia e pay-tv con un rimborso forfettario di 50 euro che dovrà essere pagato ai loro clienti dalle società che non si adeguano entro 4 mesi. Previsto il raddoppio delle sanzioni previste dal Codice delle comunicazioni ad un minimo di 240.000 euro fino ad un massimo di 5 milioni di euro.

RINNOVO CONCESSIONE Per la concessione delle lotterie istantanee viene previsto il rinnovo oneroso per Lottomatica per un ammontare di 800 milioni di euro. L’opzione del rinnovo era prevista dal bando di gara cheha assegnato 7 anni fa la convenzione alla società.

RITOCCHI SPESOMETRO Si prevede la possibilità per il contribuente di trasmettere i dati annualmente o semestralmente e si offre la facoltà di riepilogo cumulativo di tutte le fatture di un’impresa inferiori a trecento euro. Per gli errori commessi nell’invio dei dati delle fatture del primo semestre 2016, sono inoltre abolite le sanzioni, purché tali errori siano sanati con un nuovo invio da effettuarsi entro febbraio 2018.

PIU’ AMPIA PLATEA ROTTAMAZIONE Sarà possibile estendere la domanda anche a quei contribuenti che non l’avevano presentata o che non avevano provveduto al pagamento nel rispetto dei termini fissati. Nello stesso tempo, si amplia la possibilità di nuove rottamazioni delle cartelle fino al settembre 2017. Saranno nel frattempo sospesi, per chi presenta domanda, i versamenti rateali per chi ne aveva fatto richiesta. Infine slitta dal 30 novembre al 7 dicembre il termine per pagare le prime due rate della vecchia rottamazione scadute a luglio e inizio ottobre e per rientrare nel programma fiscale.

Leggi anche:
Sciopero piloti. Azienda: perderete benefit

PIU’ TEMPO AI CONTRIBUENTI SE DIFFICOLTA’ Vengono semplificate le procedure e accelerati i tempi per la concessione di maggior tempo ai contribuenti in caso di problemi come quelli che si sono verificati per lo spesometro.

VIGILANZA SU ATTIVITÀ DI RISCOSSIONE PASSA AL MEF Con una modifica alla legge che ha trasformato l’Agenzia delle Entrate in Agenzia delle Entrate-Riscossione, la vigilanza sulle attività di riscossione fiscale passa dall’Agenzia delle Entrate al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

MINI-SCUDO FISCALE AL 3% Gli ex residenti all’estero e i transfrontalieri potranno regolarizzare su attività e somme detenute all’estero in violazione degli obblighi di dichiarazione o derivanti dalla vendita di beni immobili detenuti all’estero con il versamento del 3% del valore delle attività e della giacenza al 31 dicembre 2016 a titolo di imposte, sanzioni e interessi. Prolungati fino a giugno 2020 i termini di scadenza.

2,3 MLN PER APPROVVIGIONAMENTO CANNABIS TERAPEUTICA. In arrivo 2,3 milioni di euro per implemetare la produzione e trasformazione di cannabis ad uso medico da parte dello stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze (Scfm). Norme anche per l’autorizzazione all’importazione di quote da conferire allo Scfm ai fini della trasformazione e della distribuzione presso le farmacie. Le norme puntano ad assicurare che in tutte le Regioni le preparazioni prescritte dal medico siano a carico del servizio sanitario nazionale. Secondo la relazione tecnica potrebbe essere necessaria per il 2018 una produzione di circa 300 kg, quantitativo che si andrebbe a sommare al prodotto importato dall’estero.

REATO DI STALKING Viene cambiata la riforma penale nella parte in cui permetteva l’estinzione del reato di stalking con il risarcimento.

AFFITTI STUDENTI Si amplia la platea degli studenti universitari fuori sede che possono detrarre l’affitto dalle tasse. La norma fa cadere il vincolo che consentiva la detrazione solo se la sede di studio si trova in una provincia diversa da quella di residenza e abbassa la distanza minima da casa per poter usufruire del beneficio da 100 a 50 chilometri per gli studenti provenienti da zone montane e disagiate.

BAMBINI ESCONO SOLI CON AUTORIZZAZIONE Gli studenti delle scuole medie potranno uscire da soli ma sarà necessaria un’autorizzazione scritta, che esonera gli istituti da responsabilità. L’intervento si è reso necessario dopo una sentenza della Corte di Cassazione.

Leggi anche:
Apple conferma acquisto Shazam

CREDITO IMPOSTA PER PUBBLICITA’ ANCHE A TESTATE ON LINE Il credito d’imposta sugli investimenti aggiuntivi effettuati da imprese e lavoratori in campagne pubblicitarie su stampa quotidiana e periodica viene esteso anche alle testate online. Il decreto fiscale stanzia per la concessione del credito di imposta un fondo di 62,5 milioni di euro per l’anno 2018.

DETRAIBILI SPESE ALIMENTI PER MALATTIE METABOLICHE CONGENITE Diventano detraibili per il 2018 e il 2019 le spese sostenute per acquistare alimenti a fini medici speciali (quelli per malattie metaboliche congenite, esclusi gli alimenti senza glutine). Lo stanziamento è di 20 milioni di euro per il 2018 e di 11,4 milioni per il 2019.

OK 5 PER MILLE ANCHE PER I PARCHI Gli enti gestori delle aree protette entrano tra i soggetti che i contribuenti possono indicare quali beneficiari del 5 per mille dell’Irpef.

COLLEGAMENTI ALITALIA CON SARDEGNA Alitalia dovrà garantire le attuali rotte svolte in continuità territoriale con la Sardegna anche in caso di cessione.

FONDI PER ANTI-TERRORISMO Le risorse, stanziate sul 2017, servono al potenziamento dei sistemi informatici per il contrasto al terrorismo internazionale e per il finanziamento di interventi diversi di manutenzione straordinaria e adattamento di strutture e impianti.

CAMBIA CODICE ANTIMAFIA L’intervento era stato sollecitato dallo stesso presidente della Repubblica Sergio Mattarella al momento della promulgazione del codice con l’obiettivo di adeguare le misure alle norme europee in materia di confisca allargata, stabilendo il più ampio presidio contro il fenomeno corruttivo anche in ambito privato. Si punta a reprimere le condotte corruttive anche da parte dei vertici delle società o enti privati e si amplia l’elenco dei reati.

STOP VENDITA ONLINE SIGARETTE ELETTRONICHE. Stop alla vendita a distanza e online delle sigarette elettroniche contenenti nicotina che potranno essere vendute solo dalle tabaccherie e nei rivenditori specializzati. Lo stop alle vendite online delle sigarette elettroniche porterà a maggiori incassi fiscali per almeno 9,5 milioni di euro (di cui 1,7 mln di Iva) nel 2018.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti