Delusione Juve, super Ajax vola in semifinale

Delusione Juve, super Ajax vola in semifinale
17 aprile 2019

L’Ajax sbanca lo Juventus Stadium, si impone 2-1, dopo l’1-1 dell’andata, elimina i bianconeri e si qualifica per le semifinali di Champions League. Dopo un primo tempo equilibrato in cui la Juventus passa in vantaggio con Cristiano Ronaldo e viene raggiunta da van de Beek, nella ripresa i lancieri di Amsterdam alzano i ritmi e mettono in seria difficoltà la squadra di Allegri, passando in vantaggio con de Ligt e sfiorando il tris in più di un’occasione anche grazie al Var che annulla una rete per fuorigioco di Ziyech. La Juve ci prova nel finale, ma non riesce a recuperare una gara che sarebbe stata nelle sue possibilità dovendo abbandonare il sogno Champions un po’ troppo presto per i piani di Allegri e della società.

L’Ajax di Ten Hag sfodera un’altra grande prestazione in trasferta come al Bernabeu ed elimina un’altra pretendente al titolo, confermandosi la mina vagante di questa Champions. Allegri inizia schierando un 4-3-3 con Dybala, Ronaldo e Bernardeschi in attacco. A centrocampo Emre Can, Pjanic e Matuidi. De Sciglio e Alex Sandro esterni, con Rugani e Bonucci a difesa di Szczensy. Mentre Ten Hag risponde col 4-2-3-1 con Tadic punta avanzata e Ziyech, van de Beek e Neres poco dietro. Schone e de Jong davanti alla difesa, Veltman e Mazraoui esterni con Blind e de Ligt al centro della difesa.

Leggi anche:
La Curva nord contro Icardi: non merita l`Inter

In avvio la Juve parte bene e al 5′ Onana rinvia ed Emre Can lo contrasta e per poco non fa gol. La gara è equilibrata e al 21′ l’Ajax si rende pericoloso: conclusione di Neres in area, rimpallo e van de Beek da pochi metri calcia alto. Un minuto dopo sinistro da fuori di Dybala, con Onana che blocca in tuffo. La potenza della Juve trova i suoi frutti al 28′. Su calcio d’ngolo arriva la deviazione vincente di testa di CR7 e il gol del vantaggio confermato dal Var per un presunto fallo di Bonucci. Ronaldo ci riprova al 34′ ma la palla finisce sul fondo. Subito dopo arriva il pari dell’Ajax: conclusione da fuori, van de Beek in area controlla e insacca con un rasoterra. Altro check Var e gol dell’1-1 convalidato. La ripresa inizia con gli ospiti che partono a tutta velocità con la Juve da subito in difficoltà. Al 51′ Szczesny salva la Juventus su una conclusione a botta sicura di Ziyech.

Al 57′ arriva il gran tiro a giro di van de Beek e ancora Szczesny vola a deviare. Al 62′ salvataggio difensivo di Pjanic su un assist di Tadic per Ziyech, ma il gol è nell’aria. Al 65′ ancora Ajax pericoloso con Ziyech che in area ha una grande chance ma non tira. Passano due minuti e l’Ajax segna il gol del 2-1: al 67′ su azione d’angolo arriva il colpo di testa vincente di de Ligt che mette fine ai sogni di gloria della squadra bianconera. La squadra di Allegri ci prova nel finale ma con scarsi risultati e rischiando ancora di capitolare: al 74′ Neres si divora il 3-1 e al 79′ Ziyech segna con un bel destro a giro ma c’è offside segnalato dal Var. Nel recupero la Juve chiede un calcio di rigore per un fallo di mano di Blind ma dopo il check Var l’arbitro fa proseguire spegnendo le ultime energie bianconere.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti