Dominio Italia, trionfa doppietta Pellegrino-De Fabiani

Dominio Italia, trionfa doppietta Pellegrino-De Fabiani
Federico Pellegrino
16 febbraio 2019

A Cogne vincono gli eroi di casa: i valdostani Federico Pellegrino (oro) e Francesco De Fabiani (argento) espugnano la gara sprint di Coppa del Mondo di fondo, disputata oggi nella localita’ del Gran Paradiso, davanti al tripudio di 10 mila tifosi. E mettono a segno una doppietta storica: mai due azzurri erano stati assieme su un podio della sprint. Dietro di loro il francese Lucas Chanavat. Assente il norvegese Johannes Klaebo, leader della classifica di specialita’. La migliore italiana tra le donne e’ stata Lucia Scardoni (ottava) che si e’ fermata in semifinale. Per Pellegrino (13/a vittoria in carriera e secondo trionfo stagionale dopo Lillehammer) la sprint di Cogne e’ stata una cavalcata inarrestabile: miglior tempo nelle qualificazioni; primo nei quarti (dopo la caduta del fortissimo russo Sergey Ustiugov) e in semifinale.

Leggi anche:
Milan-Frosinone 2-0, rossoneri agganciano quarto posto

Quello di oggi per De Fabiani e’ invece il primo podio nella specialita’. A Cogne le due medaglie hanno un sapore particolarmente dolce, visto che l’appuntamento mondiale mancava dalla regione dal 2006. “E’ meglio di un sogno, due notti fa avevo sognato di vincere a Cogne, ma oggi c’era molta piu’ gente di quanto mi immaginassi”, racconta Pellegrino. Ora tutte le energie dei due azzurri sono rivolte ai Campionati mondiali di Seefeld (Austria) che inizieranno giovedi’ prossimo. “Avevo bisogno di vincere – dice Pellegrino – perche’ significa per me essere pronto sotto tutti i punti di vista, sia quello fisico che quello tattico, avevo bisogno di tutta questa energia”. La doppietta pone in particolare la coppia Pellegrino-De Fabiani in prima fila per la team sprint in calendario domenica prossima. “Ci da’ molta fiducia ma le squadre saranno scelte la sera prima”, precisa Pellegrino.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti