Dulce de leche, a tavola il dessert cileno

3 marzo 2019

Il dulce de leche è un dessert a base di latte originario del Cile e successivamente importato in Argentina nel XVII secolo. Viene usato molto anche in Brasile, in Paraguay e in Uruguay ed è molto popolare in gran parte del Sud America. Il nome tradotto alla lettera significa “dolce di latte”, o meglio, “confettura di latte”, in quanto si prepara in modo simile a una marmellata di frutta, ma con il latte al posto della frutta. Ci sono diverse versioni storiche sulla nascita del dulce de leche. La più famosa riguarda il caudillo argentino Juan Manuel de Rosas del XIX secolo. La storia narra che in un pomeriggio d’inverno, a casa di de Rosas, la domestica stava preparando della lechada (una bevanda a base di latte e zucchero fatta bollire fino a caramellarsi) quando sentì bussare alla porta. Lasciò la lechada sul fornello e andò ad aprire; quando tornò in cucina, la lechada si era cotta fino a trasformarsi in una crema marrone: il dulce de leche.

Secondo altre fonti, potrebbe anche essere nato in Europa, forse come la confiture de lait francese: una leggenda popolare molto simile, e risalente al XIV secolo, viene tramandata nella regione della Normandia, e narra del cuoco di una guarnigione militare che ebbe lo stesso incidente mentre preparava del latte zuccherato per colazione. Vediamo come prepararlo. Il procedimento per farlo in casa è davvero molto semplice anche se richiede un po’ di tempo di cottura sul fornello. Ingrediente importante è il bicarbonato, fondamentale per aumentare la formazione della schiuma (per questo occorre un pentolino grande) che consente al composto di assumere un aspetto e una consistenza più omogenea. Il dulce de leche è utilizzato per guarnire molti dolciumi, in particolare il gelato, biscotti, i muffin al cioccolato o per farcire i churros rellenos, ovvero i churros ripieni, molto diffusi in alcune città spagnole. Il dulce de leche è ottimo anche da spalmare sul pane fresco o tostato.

Ingredienti (per 4 persone)

Latte intero 1 l – Zucchero 250 g – Bicarbonato 1 cucchiaino

Procedimento

Per prima cosa versate il latte in una pentola grande con i bordi alti e portate a bollore. Unite lo zucchero e il bicarbonato, abbassate la fiamma e mescolate bene con una frusta. Fate attenzione perché aggiungendo il bicarbonato si forma abbondante schiuma. Mescolate continuamente per 45 minuti e fate particolare attenzione al composto quando inizia a diventare bruno. Il dulce de leche è pronto quando si creano delle strisce sul fondo della pentola. Togliete dal fuoco e mescolate ancora per 5 minuti. Se volete prepararne in quantità maggiori e conservarlo, sterilizzate dei vasetti di vetro e versatevi il dulce de leche, così potrete conservarlo in frigo per circa tre settimane!

Leggi anche:
Soda caustica contro i bambini scuola materna, 51 feriti

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti