Emilia Romagna, a Imola lo scontro più atteso

Emilia Romagna, a Imola lo scontro più atteso
7 giugno 2018

La sfida piu’ attesa, in Emilia Romagna, e’ quella che si giochera’ ad Imola, nel Bolognese, come ha dimostrato la recente visita all’Autodromo del leader dei 5 stelle Luigi Di Maio, intenzionato ad espugnare una roccaforte della sinistra. “Il nostro obiettivo ora e’ andare al governo di questa citta’ se lo vorranno i cittadini cui voglio dire – ha sottolineato – che, se sara’ una citta’ a Cinque Stelle, avra’ dalla sua parte un Governo nazionale che portera’ qui di nuovo investimenti, a partire dall’Autodromo, che e’ stato abbandonato”.

A contendersi la poltrona di sindaco lasciata vacante da Daniele Manca (ora senatore del Pd) – 14 liste e 7 candidati. Occhi dunque puntati su Manuela Sangiorgi, del Movimento 5 stelle, Cappello Carmela (sostenuta dalle liste Imola futuro area civica; Sinistra per Imola; Imola piu’lista civica; Partito Democratico, Partecipazione e Innovazione) e sul candidato di centrodestra, Giuseppe Palazzolo, che potra’ contare sul sostegno di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e della lista Focus. Chiudono l’elenco Francesco Armiento (Lista azione imolese) , Gianbattista Boninsegna (Il popolo della famiglia), Franco Benedetti (Civica per l’autodromo Imola), Filippo Samachini (Sinistra Unita Imola). In totale, sono 18 i comuni che domenica 10 giugno 2018 andranno al voto per il rinnovo del sindaco e dei consigli comunali. Alle urne (secondo la rilevazione del 31 dicembre scorso) sono chiamati complessivamente oltre 120 mila elettori emiliano-romagnoli; 150 i seggi elettorali.

Due le citta’ con oltre 15 mila abitanti che andranno alle urne, e che potrebbero aver bisogno del turno di ballottaggio: oltre a Imola, Salsomaggiore Terme in provincia di Parma. Nel bolognese andranno al voto anche Camugnano e nel parmense il comune di Solignano. In provincia di Forli’-Cesena si vota a Galeata e Sarsina. Quattro i comuni nel modenese: Camposanto, Guiglia, Polinago e Serramazzoni. In provincia di Piacenza sono chiamati alle urne i cittadini di Castelvetro Piacentino, Ferriere e Alta val Tidone, municipio alla prima tornata elettorale nato dalla fusione dei comuni di Caminata, Nibbiano e Pecorara. A Reggio Emilia al voto anche Brescello – il paese di Don Camillo e Peppone, comune con 4.499 elettori commissariato da due anni per mafia, dove la sfida si gioca ora tra 5 liste (Brescello Onesta, Brescello che Vogliamo, Onesta’ Civile, L’Alternativa Avanti tutti insieme, Brescello riparte) . Al voto anche Castelnuovo di sotto e San Polo d’Enza. Nel riminese urne aperte a Gemmano e nel ravennate Bagnara di Romagna.

Leggi anche:
Bersani avverte: "Di Renzi ci si può fidare con cautela"

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti