Enac: piano Gesap credibile, investimenti possono partire

4 febbraio 2017

“Sono lieto di aver appreso ieri pomeriggio che la societa’ di gestione e’ riuscita a ottenere questo finanziamento da 44 milioni di euro che fino a ieri, evidentemente, non c’era e, questo significa che, fino a ieri, il piano non aveva alcun fondamento. Oggi con la delibera delle banche, che evidentemente esamineremo, c’e’ una credibilita’ del piano e dunque gli investimenti possono partire”. Cosi’, a Palermo, il presidente dell’Enac, Vito Riggio, in merito al mutuo ottenuto ieri dalla Gesap, societa’ di gestione dell’aeroporto del capoluogo siciliano. “Sono interventi essenziali per la sicurezza e obbligatori – ha proseguito- perche’ fanno parte del programma che noi abbiamo stabilito quando abbiamo dato la concessione. Sei i piani non sono credibili abbiamo anche stabilito che si proceda alla revoca o alla decadenza della concessione: nel momento in cui il piano e’ credibile questa decadenza viene meno. Ho convocato il Consiglio di amministrazione per i prossimi giorni per prendere atto di questo e proseguire”.

Dunque, ora che i soldi ci sono, sottolinea Riggio, occorre partire subito con “un programma che e’ un po’ in ritardo, visto che le piste erano previste gia’ nel precedente contratto di programma. E se sono urgenti e’ meglio farle subito per una questione di sicurezza e lo stesso vale per la messa in sicurezza antisismica”. Su un ipotetico conflitto tra Riggio e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, taglia corto: “Non c’e’ assolutamente nulla di vero. Con il sindaco ci siamo sentiti ormai un anno fa. Lui ha comunicato che la societa’ era in condizione di andare avanti senza vendere, cosa che precedentemente, invece, aveva comunicato. Allora ho preso atto e gli ho solo detto di trovare i soldi: e dopo un anno sembra che li abbia trovati, bravo”. Sui tempi legati alla realizzazione dei cantieri, ha aggiunto: “Il progetto della pista dovrebbe essere pronto, anche quello della aerostazione: si tratta solo di fare le gare. Noi cercheremo di accelerarle al massimo e credo siano stati gia’ approvati da noi i progetti”.

Leggi anche:
Assalti ai bancomat con l'esplosivo, 5 arresti
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti