Esplosione Salaria, 2 morti e 17 feriti. Questore: “L’autocisterna si è trasformata in una bomba”. Mattarella: cordoglio per le vittime

Loading the player...
5 dicembre 2018

Sono 17, secondo fonti del 118, le persone ferite e 2 quelle decedute a causa di un’esplosione avvenuta in un distributore di carburante sulla via Salaria, in provincia di Rieti. I feriti sono stati distribuiti negli ospedali nel seguente ordine: 3 a Monterotondo; 4 al S.Andrea di Roma; 3 al S.Eugenio di Roma; 5 a Rieti; 2 al Policlinico Gemelli di Roma. Tutti i feriti sono ricoverati con ustioni e traumi da scoppio (fratture e contusioni). Tre di loro sono in codice rosso e 14 in codice giallo. Sul posto con due elicotteri, un’automedica e otto ambulanze.

Leggi anche:
Gilet gialli, in scena la quinta protesta. Ma c'è l'ottava vittima di un incidente

“Abbiamo immediatamente istituito l’unita’ di crisi presso l’Ares 118 di Roma e attivato il piano del maxi afflusso feriti e allertato il Centro grandi ustioni del Sant’Eugenio – spiega l’assessore alla Sanita’ e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato che ha seguito l’evolversi della situazione in stretto contatto con l’Ares 118  -. Le operazioni di soccorso sono state eseguite grazie all’impiego di 2 elicotteri e 8 ambulanze e un’automedica dell’Ares 118 che e’ intervenuta sul posto immediatamente. Il cordoglio va ai parenti delle vittime di questo terribile incidente e la vicinanza ai feriti e ai loro famigliari. Voglio inoltre ringraziare gli eroici soccorritori che ancora una volta hanno dato prova di grande coraggio e sono intervenuti in una situazione che si presentava molto complessa”, conclude D’Amato.

La strada statale Salaria restera’ chiusa tutta la notte, per consentire a vigili del fuoco e forze dell’ordine di proseguire le operazioni di messa in sicurezza e bonifica dell’area coinvolta nell’Esplosione della cisterna presso il distributore Ip di Borgo Quinzio, nel Comune di Fara in Sabina. La viabilita’ verra’ dirottata sui percorsi alternativi gia’ attivi dal primo pomeriggio, per consentire il traffico diretto da Roma a Rieti e in direzione opposta.

L’autocisterna si è trasformata in una bomba”, ha detto ad Askanews il questore di Rieti Antonio Mannoni, che è andato di persona sul luogo dove è avvenuta l’esplosione, nell’area di un distributore Ip al chilometro 39 della Salaria, Borgo Quinzio, vicino Fara Sabina. “E’ stato un un inferno, ma i soccorsi sono stati immediati”, ha sottolineato il questore. La dinamica esatta sarà ricostruita dai vigili del fuoco che dopo le operazioni di bonifica condurranno i rilievi, ma secondo la prima ricostruzione – spiega il questore – “una cisterna, intorno alle 15.30, stava trasferendo gpl al distributore e qualche cosa durante l’operazione non è riuscita, si è sviluppato un incendio. I vigili del fuoco sono subito intervenuti e hanno cercato di spegnere le fiamme e impedire che la situazione degenerasse ma all’improvviso c’è stata un’esplosione fortissima, la cisterna è stata sbalzata dalla parte opposta della carreggiata a 100 metri di distanza. Proiettata come se fosse un missile, e ha investito il mezzo dei vigili del fuoco e le persone che erano presenti. Si è trasformata in una bomba”. In poche parole “un inferno”.

Leggi anche:
E' morto anche Bartek, l'amico di Megalizzi a Strasburgo

“I vigili del fuoco condurranno tutti i rilievi per capire cosa è successo – spiega il questore – noi li assisteremo. Terminata la messa in sicurezza e la bonifica dell’area, inizieranno i rilievi. La Salaria quindi rimarrà bloccata per tutta la notte, e per la circolazione sono stati predisposti con la stradale percorsi alternativi. Si lavora affinché possa essere ripristinata già domani la viabilità”. Il questore sottolinea che in quell’inferno però “i soccorsi sono stati immediati, tutte le forze sono state spese, i feriti sono stati subito assistiti e portati, elicotteri e autoambulanze, negli ospedali della zona e a Roma”. Il questore poi esprime il suo personale “cordoglio per le vittime e vicinanza alle famiglie”. Due persone sono morte, mentre 17, di cui tre gravemente, sono ferite. Ancora da identificare un deceduto, mentre l’altro era un vigile del fuoco, Stefano Colasanti. Non era nella squadra dei soccorsi, stava portando un mezzo a revisionare, ma quando ha visto l’incendio si è fermato per aiutare ed è stato investito dall’esplosione. Il fratello, agente di polizia, aveva accompagnato in auto proprio il questore sul luogo dell’incidente, e così, quando è arrivato, ha scoperto che tra i morti c’era proprio suo fratello. Intanto, la procura della Repubblica di Rieti ha aperto un’inchiesta. Il fascicolo e’ stato assegnato al pm Cusano e ai sostituti Maruotti e Francia.

Le reazioni

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha appreso con tristezza la notizia del grave incidente avvenuto nel Comune di Fara Sabina. “Alle famiglie delle vittime – ha sottolineato il Presidente della Repubblica – va il mio sentito cordoglio e ai feriti gli auguri di pronta guarigione”. Il Presidente Mattarella ha inviato anche un messaggio al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Prefetto Bruno Frattasi, nel quale esprime la sua vicinanza e la sua solidarieta’ per la scomparsa del vigile Stefano Colasanti.

“Ho appena sentito il capo dei #vigilidelfuoco Bruno Frattasi che mi ha aggiornato sull’incidente nel reatino. In questo momento il mio pensiero va alle famiglie delle vittime e ai feriti, ai quali auguro un pronto recupero #Salaria”. Lo scrive su twitter il premier, Giuseppe Conte.

“Appresa la triste notizia del decesso del Vigile del Fuoco Stefano Colasanti, esprimo sentimenti di cordoglio al Capo del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco e per il suo tramite alla famiglia, di cui fa parte, peraltro, il fratello Claudio appartenente alla Polizia di Stato, per la prematura scomparsa del proprio congiunto. La mia vicinanza va altresì alla famiglia della seconda vittima ed auguro una pronta guarigione a tutti coloro che sono rimasti feriti nel tragico evento”. Queste le parole espresse dal Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli.

“E’ una tragedia, un grande dolore”. Cosi’ il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha accolto la notizia dell’ennesimo incidente sul lavoro, verificatosi oggi pomeriggio in provincia di Rieti, nel quale sono stati coinvolti lavoratori e vigili del fuoco. “Basta parole: bisogna fermare questa strage. Ora, ci stringiamo in doloroso silenzio al fianco delle famiglie colpite da questo dramma e di tutti i vigili del fuoco del nostro Paese. Ma dobbiamo batterci perche’ prevalga un impegno forte per la prevenzione. Serve un’azione concreta e incisiva”.

“Vicinanza della Cisl alle famiglie delle vittime di Rieti ed ai tanti feriti. Un pensiero particolare al corpo dei Vigili del Fuoco e agli operatori del 118 che erano li’ a prestare soccorso”. Lo scrive su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, esprimendo il cordoglio della Cisl alle famiglie delle vittime dell’esplosione.

“Il gruppo Forza Italia Senato piange le vittime della tragedia di Rieti, abbraccia i familiari e i feriti, augurando loro una pronta guarigione, e si commuove per la dedizione e il sacrificio di un vigile del fuoco caduto mentre prestava soccorso, pur non essendo in servizio”. Lo scrive su Twitter Anna Maria Bernini, capogruppo dei senatori di Forza Italia.

“Esprimo a nome mio e del governo profondo cordoglio per la tragedia immane avvenuta oggi sulla Salaria, nei pressi di Rieti. Tutta la mia vicinanza va alle famiglie delle vittime e delle persone ferite. Un sentito ringraziamento a chi in queste ore si sta adoperando per prestare i soccorsi e per garantire la sicurezza della popolazione”. Lo afferma il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro.

“Rivolgo un pensiero commosso alle vittime dell’Esplosione di Rieti e alle loro famiglie. E voglio esprimere tutta la mia vicinanza e riconoscenza al corpo dei Vigili del Fuoco: veri “eroi della quotidianita’” sempre pronti a servire il Paese con professionalita’, abnegazione e grande umanita’”. Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

“Sono vicino alle famiglie delle vittime e ai feriti del terribile incidente al distributore sulla Salaria, a Rieti, che mi lascia sgomento”. Lo scrive il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli su twitter. “Il mio pensiero – prosegue – va a loro e ai soccorritori, i Vigili del Fuoco e gli operatori del 118, che ringrazio per il prezioso lavoro”.

“Esprimo il mio cordoglio alle famiglie e a tutto il corpo dei vigili del fuoco per quanto avvenuto oggi vicino Rieti”. Lo afferma il coordinatore nazionale di Mdp, deputato di Liberi e Uguali Roberto Speranza.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti