Esplosione sulla statale Salaria, 2 morti e 18 feriti

Loading the player...
6 dicembre 2018

Le fiamme, poi il boato immenso, che ha scaraventato l’autocisterna a quasi 100 metri di distanza dal distributore IP dove si erano appena concluse le operazioni di scarico del gpl. Cisterna che e’ poi esplosa, provocando la morte di 2 persone, e il ferimento di 18, ricoverate tra gli ospedali di Rieti e Roma. Nessuno sarebbe in pericolo di vita. La statale Salaria, e’ chiusa in entrambe le direzioni, per consentire a vigili del fuoco e forze dell’ordine di prestare i soccorsi. E restera’ chiusa per tutta la notte. Una delle vittime, il vigile del fuoco 50enne Stefano Colasanti, pompiere reatino fuori servizio che si era fermato per aiutare i suoi primi colleghi intervenuti, viene identificata quasi subito, mentre l’altra persona deceduta non e’ stata ancora identificata, e si attende l’esito dei test sul dna disposti sul corpo.

Leggi anche:
La polizia brasiliana diffonde 20 fotofit di Battisti, ma lui è introvabile da settimane. I federali: "E' in stato San Paolo"

Sono da poco passate le 13 di ieri quando un autoarticolato, fermo in operazione di scarico carburante nei pressi del distributore Ip, prende improvvisamente fuoco sulla parte di coda. Le fiamme divampano alte, tanto da richiedere l’intervento dei pompieri: arrivano le prime squadre, che si mettono all’opera per tentare di spegnere il rogo. Il tentativo risultera’ vano, perche’ per cause ancora sconosciute la cisterna viene avvolta dal fuoco, esplodendo come un’enorme bomba. Il boato e’ qualcosa di indescrivibile: il distributore viene investito da un movimento di aria e calore che arrivera’ a centinaia di metri di distanza, travolgendo tutto e tutti; la cisterna viene sollevata da terra e scaraventata a quasi 100 metri di distanza sull’altro lato della Salaria.

Leggi anche:
Roma errori e fischi ma alla fine trova 3 punti

Per Colasanti non c’e’ niente da fare, mentre i vigili del fuoco che stavano effettuando il primo intervento rimangono feriti, cosi’ come le altre 11 persone situate nelle vicinanze, tra le quali alcuni operatori del 118 e due carabinieri di stanza presso la polizia militare dell’Esercito nel vicino centro di Montelibretti. Arrivano ambulanze senza sosta: 7 persone sono ricoverate presso l’ospedale Sant’Eugenio di Roma – per tutti loro la prognosi e’ ancora riservata – 4 al Sant’Andrea, 2 al Policlinico Gemelli, 5 al De Lellis di Rieti. “Il serbatoio della cisterna e’ schizzato come un razzo – riferiscono i vigili del fuoco sul posto – la zona coinvolta si estende per centinaia di metri”. Viene subito perimetrata l’intera area, con la Salaria chiusa da Passo Corese a Osteria Nuova e il personale Anas a dare supporto alle operazioni di gestione della viabilita’. Mentre all’interno della “zona rossa” di Borgo Quinzio continuano senza sosta le operazioni di bonifica, che nella seconda meta’ del pomeriggio mettono in sicurezza l’intera area, visto che anche dopo la gigantesca Esplosione – la densa coltre di fumo levatasi in aria era visibile distintamente anche da Roma – si sono verificati altri micro-fenomeni tutto intorno al distributore

Le reazioni

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha appreso con tristezza la notizia del grave incidente avvenuto nel Comune di Fara Sabina. “Alle famiglie delle vittime – ha sottolineato il Presidente della Repubblica – va il mio sentito cordoglio e ai feriti gli auguri di pronta guarigione”. Il Presidente Mattarella ha inviato anche un messaggio al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Prefetto Bruno Frattasi, nel quale esprime la sua vicinanza e la sua solidarieta’ per la scomparsa del vigile Stefano Colasanti.

“Ho appena sentito il capo dei #vigilidelfuoco Bruno Frattasi che mi ha aggiornato sull’incidente nel reatino. In questo momento il mio pensiero va alle famiglie delle vittime e ai feriti, ai quali auguro un pronto recupero #Salaria”. Lo scrive su twitter il premier, Giuseppe Conte.

“Appresa la triste notizia del decesso del Vigile del Fuoco Stefano Colasanti, esprimo sentimenti di cordoglio al Capo del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco e per il suo tramite alla famiglia, di cui fa parte, peraltro, il fratello Claudio appartenente alla Polizia di Stato, per la prematura scomparsa del proprio congiunto. La mia vicinanza va altresì alla famiglia della seconda vittima ed auguro una pronta guarigione a tutti coloro che sono rimasti feriti nel tragico evento”. Queste le parole espresse dal Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli.

“E’ una tragedia, un grande dolore”. Cosi’ il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha accolto la notizia dell’ennesimo incidente sul lavoro, verificatosi oggi pomeriggio in provincia di Rieti, nel quale sono stati coinvolti lavoratori e vigili del fuoco. “Basta parole: bisogna fermare questa strage. Ora, ci stringiamo in doloroso silenzio al fianco delle famiglie colpite da questo dramma e di tutti i vigili del fuoco del nostro Paese. Ma dobbiamo batterci perche’ prevalga un impegno forte per la prevenzione. Serve un’azione concreta e incisiva”.

“Vicinanza della Cisl alle famiglie delle vittime di Rieti ed ai tanti feriti. Un pensiero particolare al corpo dei Vigili del Fuoco e agli operatori del 118 che erano li’ a prestare soccorso”. Lo scrive su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, esprimendo il cordoglio della Cisl alle famiglie delle vittime dell’esplosione.

“Il gruppo Forza Italia Senato piange le vittime della tragedia di Rieti, abbraccia i familiari e i feriti, augurando loro una pronta guarigione, e si commuove per la dedizione e il sacrificio di un vigile del fuoco caduto mentre prestava soccorso, pur non essendo in servizio”. Lo scrive su Twitter Anna Maria Bernini, capogruppo dei senatori di Forza Italia.

“Esprimo a nome mio e del governo profondo cordoglio per la tragedia immane avvenuta oggi sulla Salaria, nei pressi di Rieti. Tutta la mia vicinanza va alle famiglie delle vittime e delle persone ferite. Un sentito ringraziamento a chi in queste ore si sta adoperando per prestare i soccorsi e per garantire la sicurezza della popolazione”. Lo afferma il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro.

“Rivolgo un pensiero commosso alle vittime dell’Esplosione di Rieti e alle loro famiglie. E voglio esprimere tutta la mia vicinanza e riconoscenza al corpo dei Vigili del Fuoco: veri “eroi della quotidianita’” sempre pronti a servire il Paese con professionalita’, abnegazione e grande umanita’”. Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

“Sono vicino alle famiglie delle vittime e ai feriti del terribile incidente al distributore sulla Salaria, a Rieti, che mi lascia sgomento”. Lo scrive il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli su twitter. “Il mio pensiero – prosegue – va a loro e ai soccorritori, i Vigili del Fuoco e gli operatori del 118, che ringrazio per il prezioso lavoro”.

“Esprimo il mio cordoglio alle famiglie e a tutto il corpo dei vigili del fuoco per quanto avvenuto oggi vicino Rieti”. Lo afferma il coordinatore nazionale di Mdp, deputato di Liberi e Uguali Roberto Speranza.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti