Carlo Verdone: “Fermiamo le emorragie delle sale. Ci siamo prostituiti alla politica”

3 maggio 2014

”Fermiamo le emorragie delle sale. Ci siamo prostituiti alla politica. Come si fa a chiudere una sala del centro di Roma come il Metropolitan? Gli anziani, abituati ad andare al cinema a piedi, non hanno piu’ un luogo raggiungibile. Come arrivano nelle multisale delle periferie? Non e’ un problema che riguarda solo Roma ma l’Italia intera. Quello e’ pubblico perso”. E’ l’appello di Carlo Verdone, a Lecce in occasione dell’incontro voluto e moderato da Marco Giusti nella giornata di chiusura del 15* Festival del Cinema Europeo iniziato lo scorso 28 Aprile. Il dibattito sugli Stati generali della Commedia italiana, tuttora in corso, vede la partecipazione di alcuni tra i maggiori rappresentanti e protagonisti del genere: dal produttore Fulvio Lucisano agli attori foggiani Pio e Amedeo, ai registi e sceneggiatori Paolo Genovese, Edoardo Leo, Neri Parenti, Massimo Gaudioso, Francesco Bruni e la rivelazione dell’anno Sydney Sibilia. (Asca)

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
"Per me", il nuovo singolo di Fabrizio Moro, tour dal 12 ottobre


Commenti