FI avvia tavolo regole, confronto su proposte Toti-Carfagna

FI avvia tavolo regole, confronto su proposte Toti-Carfagna
Giovanni Toti e Mara Carfagna
12 luglio 2019

Da una parte la proposta di Mara Carfagna, dall’altra quella di Giovanni Toti. E’ ancora il tema delle primarie al centro del dibattito di FI. S’è tenuto il tavolo delle regole ma al momento non si e’ arrivati ad una proposta unitaria. Toti spinge per primarie aperte di partito, per l’introduzione di Commissioni di garanzia, punta a nuove figure di coordinatore politico a tutti i livelli, da quello comunale a quello nazionale, chiede l’azzeramento dei coordinatori regionali e di tutti i dirigenti attuali. E nella sua proposta dettagliata in 16 punti riserva a Berlusconi, in quanto fondatore del partito, presidente a vita e garante politico, il ruolo di proclamare gli eletti “sulla base dei risultati certificati dalle Commissioni” e di poter esprimere una quota di candidature politiche.

Nella proposta avanzata dalla vicepresidente della Camera si punta a collegare le primarie con l’adesione al partito. E si lasciano maggiori poteri a Berlusconi, anche legati alla possibilita’ di scegliere le candidature. “Si riparte solo con una vera rivoluzione”, il ‘refrain’ di Toti. Carfagna non e’ contraria alle primarie ma punta a coinvolgere solo gli iscritti e sottolinea che “agli italiani interessa sapere soprattutto come risollevare il Paese che e’ ultimo in Europa sia per crescita iche per tasso di natalita’”. “La nostra volonta’ e’ quella di occupare lo spazio politico enorme che c’e’ fra la destra di Salvini e della Meloni e la sinistra di Zingaretti, in mezzo c’e’ uno spazio che non e’ il ‘centrino’, e’ un’area liberale e popolare che Forza Italia deve occupare, tornando ad essere un grande partito”, ha spiegato la capogruppo di FI alla Camera, Gelmini.

Leggi anche:
Spagna, per Sanchez e il Psoe una vittoria di Pirro. Sinistra lontana da maggioranza, ultradestra di Vox è terza forza
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti