Firme false M5s, udienza rinviata al 26. Decisione dopo voto

17 maggio 2017

Il giudice del Tribunale di Palermo Nicola Aiello ha rinviato al 26 maggio l’udienza preliminare riguardante 14 indagati nell’inchiesta sulle firme false a sostegno della lista del Movimento 5 Stelle presentata a Palermo nel 2012. Il rinvio e’ dovuto a cause tecniche, per il sovrapporsi di altre udienze. Il Gup ha preannunciato che la decisione sul rinvio a giudizio di deputati e attivisti chiesto dalla Procura, sara’ presa dopo le elezioni Comunali dell’11 giugno. L’udienza lampo si e’ tenuta nell’aula bunker del carcere Ucciardone, dove si terra’ anche quella del 26. Il Gup ha respinto, in quanto non motivata, l’istanza di legittimo impedimento per motivi di salute avanzata dal difensore Domenico Monteleone. Il giudice ha invece disposto il rinvio anche per dare tempo alle parti di consultare alcuni nuovi atti e documenti depositati dalla Procura e per consultare il fascicolo. Il Pm Claudia Ferrari chiedera’ inoltre l’acquisizione dei verbali di sommarie informazioni delle 1200 persone sentite dalla Digos nei giorni scorsi, chiamate in particolare a riconoscere – piu’ spesso a disconoscere – le firme apposte sulle liste.

 

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Soda caustica contro i bambini scuola materna, 51 feriti


Commenti