Fontana, neo campionessa dei 500 metri dello short track: “Oro cercato da anni. Il segreto? la dieta”

Fontana, neo campionessa dei 500 metri dello short track: “Oro cercato da anni. Il segreto? la dieta”
Arianna Fontana, neo campionessa olimpica dei 500 metri dello short track.
13 febbraio 2018

“E’ una sensazione stupenda, e’ un ricordo che portero’ sempre con me. Gli ultimi mesi sono stati difficili, tra allenamento e dieta”. Arianna Fontana, neo campionessa olimpica dei 500 metri dello short track, e’ tra il raggiante e l’incredula nella mixed zone della Gangneung Ice Arena. L’atleta della Valtellina, 27 anni alla sua quarta Olimpiade, e’ entrata nella leggenda sia dello sport italiano che in quello dello short track internazionale. A livello nazionale con l’oro di oggi ha vinto la sesta medaglia a cinque cerchi, la quarta a livello individuale. Per quanto concerne il numero di podi olimpici, seppur lo short track abbia piu’ distanze previste nel programma olimpico con anche la gara a squadre, La portabandiera azzurra ha raggiunto la leggenda per antonomasia dello sport azzurro, Armin Zoeggeler che nello slittino vinse tra Lillehammer 1994 e Sochi 2014 ben sei medaglie, due di esse d’oro. Tra le curiosita’, la Fontana e’ anche la prima atleta azzurra che da portabandiera ha conquistato l’oro olimpico nella stessa edizione. “Quando ho tagliato il traguardo sono andata subito da Anthony (Lobello, suo marito, ndr) che mi ha confortato dicendomi di aver vinto e cosi’ poi e’ stato. Ho fatto tanti sacrifici ma alla fine ne e’ valsa la pena – ha aggiunto Arianna -. Ho cercato questa medaglia da anni, oggi man mano che passavo i turni mi convincevo e dicevo a me stessa che avrei potuto fare bene e alla fine cosi’ e’ stato. Prima di entrare per la finale mi sono detta, ho patito la fame, non sono venuta qui a regalare la medaglia agli altri”. Ritornando al momento di quando era ancora sul ghiaccio, la Fontana ha detto: “quando ho guardato sugli spalti ho visto mio papa’ in lacrime e mia mamma pure. Io piangere? Cerco sempre un po’ di trattenermi, non mi piace farmi vedere piangere davanti agli altri, ma qualche lacrimuccia e’ scesa. Questa e’ una medaglia che ho cercato dall’inizio”. La leggenda azzurra dello short track portacolori delle Fiamme Gialle, ha poi aggiunto: “vincere questo oro nella patria dello short track ha un sapore particolare anche perche’ prima di partire tutto lo stadio era tutto per la Choi (la sudcoreana). Gli ultimi tre mesi senza gare sono stati un po’ difficili. La gara ti aiuta a restare affamato, solo allenamenti e dieta senza latticini, suoi derivati, pochi carboidrati, tanta frutta e verdura, e tanto pesce”.

CHI E’

Classe 1990 di Sondrio, AriannaFontana con la medaglia d’oro di oggi ha portato il proprio palmares olimpico a 1 oro, 1 argento e 4 bronzi. Arianna e’ stata la piu’ giovane italiana ad aver vinto una medaglia ai Giochi Olimpici Invernali a Torino 2006 (dove la portabandiera fu Carolina Kostner). Quando sali’ sul podio piemontese per ricevere il bronzo conquistato con la staffetta azzurra, aveva solo 15 anni e 314 giorni. E per questo record e’ stata insignita del titolo di Cavaliere. Il giorno della cerimonia di apertura di PyeongChang 2018 e’ diventata anche la seconda atleta della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio a portare il tricolore. In Corea del Sud era considerata tra le favorite per l’oro e ha confermato le indicazioni della vigilia. Sposata con il pattinatore e allenatore italoamericano Anthony LoBello, che oggi ha festeggiato e pianto con lei, si divide tra l’Italia, Valtellina e Courmayeur, e la Florida anche se in futuro, quando non sara’ piu’ un’atleta, pensa di trasferirsi definitivamente negli States, dove la sua passione e’ “andare al mare e in barca con mio marito”. Amante del rap e del punk, e’ cresciuta inseguendo il fratello a bordo di un triciclo e ha ammesso “di avere sempre avuto un carattere un po’ ribelle”. La Fontana e’ attiva su Instagram, dove racconta come si prepara e mostra i suoi tatuaggi (ne ha uno, maori, sulla schiena), e ha oltre 8000 followers. Ha anche un profilo Facebook ufficiale. Quella in Corea del Sud e’ la sua quarta Olimpiade ed e’ sempre finita sul podio: dopo la staffetta a Torino, e’ stata bronzo a Vancouver 2010 nei 500 m. e ha conquistato tre medaglie a Sochi 2014, ovvero un argento nei 500, bronzo nei 1500 e nella staffetta. A quattro anni ha calzato il suo primo paio di pattini, a rotelle e poi e’ passata al ghiaccio. Nel suo palmares ci sono anche 14 medaglie mondiali (1 oro, 6 argenti e 7 bronzi) e una Coppa del Mondo. Ben 24 i titoli europei conquistati.

Leggi anche:
Sessant'anni sulla cresta dell'onda, buon compleanno Madonna

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti