Getta coperte clochard, bufera su vicesindaco Trieste

Getta coperte clochard, bufera su vicesindaco Trieste
Paolo Polidori
6 gennaio 2019

Un cumulo di stracci: coperte, giacche, un piumino. Il vicesindaco di Trieste li trova in un angolo di via Carducci, centro citta’, venerdi’ mattina. Li raccoglie e li butta nel cassonetto. Niente di male fin qui. Se non che il cumulo di coperte e indumenti appartengono a un senzatetto della citta’. “Presumo siano abbandonati”, scrive l’amministratore sui social network. Pero’, poi, aggiunge anche di averli gettati “con soddisfazione”, annuncia “tolleranza zero” e “che i benpensanti si scatenino, non me ne frega nulla”. Segno evidente che al gesto attribuisce un valore politico oltre al valore civico di chi raccoglie dell’immondizia da terra. E per Paolo Polidori, questo il nome del vicesindaco, politica vuole dire soprattutto Lega e Salvini.

Nelle ore in cui al governo ci si confronta e ci si scontra sui migranti bloccati sulla Sea Watch, in cui nelle citta’ italiane l’emergenza freddo mette a rischio la vita di migliaia di senzatetto per i quali una coperta significa salvezza, quello di Trieste diventa un nuovo caso politico. Le opposizioni si scatenano, dalla Lega non arriva alcun assist al sindaco. Il Partito Democratico, prima con il presidente dei senatori dem, Andrea Marcucci, e poi con una nota del Pd triestino chiede le immediate dimissioni di Polidori. Il vicepresidente della Camera, Ettore Rosato, si chiede come il vicesindaco possa “dormire sereno sotto le sue calde coperte”. Ma intanto un nuovo caso si apre a pochi chilometri da Trieste.

Leggi anche:
Sindaco Castelnuovo: faremo ricorso al Tar per Mouna e gli altri

A Monfalcone, un assessore inventa e posta su Facebook una filastrocca dai toni razzisti contro gli immigrati. “Amministratori leghisti che continuano a mostrare il loro volto piu’ squallido e privo di ogni decoro istituzionale”, sintetizza Fornaro che aggiunge:”Bene farebbero i sindaci di quelle realta’ a chiedere le dimissioni immediate dei due amministratori che hanno mostrato di essere completamente inadeguati al ruolo che ricoprono”. E alle critiche si uniscono anche gli alleati di governo della Lega: “Quello del vicesindaco Polidori e’ un gesto intollerabile che mortifica l’intera comunita’ di Trieste e la danneggia”, dichiara la deputata triestina del Movimento 5 Stelle, Sabrina De Carlo. “La mia Trieste e’ una citta’ solidale, aperta, tollerante, accogliente, civile e umana. Non possiamo tollerare chi maltratta e discrimina i piu’ deboli, episodi di questo genere non devono verificarsi soprattutto da parte di chi amministra e rappresenta la citta’”, conclude De Carlo.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti