Gettò in mare migrante “abusivo”, arrestato comandante peschereccio

Gettò in mare migrante “abusivo”, arrestato comandante peschereccio
5 dicembre 2017

I militari del Comando Provinciale dei Carabinieri e della Guardia costiera stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip. del Tribunale di Livorno, su richiesta della Procura della Repubblica, a carico di un livornese, comandante e proprietario di un motopeschereccio della marineria locale. Secondo l’accusa, avrebbe spinto in acqua un cittadino extracomunitario arruolato abusivamente, per sfuggire ai controlli della Guardia costiera. Al pescatore è stato contestato anche il reato di “caporalato” poiché sistematicamente avrebbe impiegato manodopera irregolare, composta da cittadini di vari paesi africani, sottoposti a condizioni di sfruttamento. I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 12, presso la sede della Capitaneria di porto di Livorno – Sala Mazzinghi.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Agente di Polizia penitenziaria si suicida in carcere. Ancora oscure le cause


Commenti