Giampaolo alla firma, nuovo Milan prende forma

Giampaolo alla firma, nuovo Milan prende forma
Marco Giampaolo
13 giugno 2019

Lo sbarco a Milano di Marco Giampaolo (avrebbe gia’ incontrato in gran segreto Maldini per limare i dettagli sul biennale da 2 milioni a stagione con opzione sul rinnovo) e di Ricky Massara svela il futuro rossonero: saranno loro, rispettivamente, il prossimo allenatore e il nuovo direttore sportivo del Milan ma per gli annunci ufficiali ci sara’ ancora da attendere qualche giorno. I due tasselli vanno a completare la catena di comando del club: Ivan Gazidis confermato nel ruolo di amministratore delegato come trait-d’union con il fondo Elliott, Paolo Maldini promosso a gestire l’area sportiva (sovrintendera’ Massara e lo capo-scout Moncada), Zvonimir Boban chiamato a curare le relazioni internazionali. Il primo colpo del nuovo corso sara’ Rade Krunic (8 milioni piu’ 2 di bonus), consigliato proprio da Giampaolo, suo allenatore ad Empoli.

Un acquisto in linea con le direttive della proprieta’ (un Under 25 a prezzo accessibile) e dai piedi buoni (5 gol e 7 assist la scorsa stagione), come piace all’allenatore rossonero in pectore: il bosniaco firmera’ un contratto di 4 anni e rimpolpera’ il centrocampo, mutilato dagli addii a parametro zero di Bertolacci, Mauri e Montolivo, dalla possibile partenza di Biglia (pesa l’ingaggio di 7 milioni lordi) e dal mancato riscatto di Bakayoko. “Non ho rancore – racconta il francese in un’intervista a L’Equipe -, rientro al Chelsea dove ho un contratto di tre anni. Con Gattuso c’era un rapporto un po’ teso ma volevamo entrambi riportare il Milan in Champions League. Sfortunatamente non ci siamo riusciti”. I rossoneri ci riproveranno quest’anno, in attesa che si risolva la telenovela con la Uefa per le violazioni del Fair Play Finanziario: il club non pare intenzionato ad appellarsi con urgenza dopo la scelta della Uefa di posticipare ogni decisione sulla seconda infrazione, mentre al Tas non c’e’ traccia di alcuna udienza tra la parti fino a meta’ agosto.

Ma in queste ore il Milan deve programmare la stagione: il raduno potrebbe essere l’8 luglio a Milanello, dove la squadra si allenera’ per una dozzina di giorni prima di partire verso gli Stati Uniti per affrontare gli impegni della International Champions Cup. Ma intanto la societa’ dovra’ concentrarsi sul mercato: dopo il blitz per Krunic, l’interesse si e’ spostato su Veretout della Fiorentina, su Sensi del Sassuolo (ma gli emiliani chiederebbero Cutrone in cambio) e su Mario Rui del Napoli. Potrebbe invece partire Suso dopo il colloquio avuto questa mattina tra l’agente del giocatore, Alessandro Lucci, e la dirigenza al gran completo: lo spagnolo ha una clausola da 40 milioni di euro. Potrebbe essere lui la plusvalenza per sistemare i conti in rosso.

Leggi anche:
Pole a Vinales, poi Espargaro. Terzo tempo Quartararo
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti