Giibino (Fi): Crocetta e Grillo due facce della stessa medaglia. Avanti con la sfiducia

27 ottobre 2014

“Rosario Crocetta cerca l’incastro con una maggioranza che non lo stima e che lo subisce, rinviando di ora in ora accordi e decisioni sulla futura giunta, Beppe Grillo, dopo aver sostenuto con forza il primo degli Esecutivi a guida Pd, oggi incita i siciliani alla protesta, senza mai percorrere la necessaria strada della proposta. Immobilismo da un lato, pura demagogia dall’altro, due strade sbagliate e pericolose, incapaci, entrambe, di rappresentare il cambio di passo che i siciliani chiedono alla politica”. Lo afferma Vincenzo Gibiino, coordinatore Fi in Sicilia.

“Crocettiani e grillini sono le due facce della stessa medaglia – prosegue Gibiino –, ma alla Sicilia, stanca di aspettare un nuovo che non avanza, serve davvero altro. Al confuso Crocetta sono sconosciute le parole programmazione e razionalizzazione, indispensabili per portare la nostra terra sulla via della ripresa. Il governatore, ostaggio delle logiche spartitorie e assistenziali dettate dalla sua stessa maggioranza, in due anni di lavoro non è stato in grado di scegliere la strada del risanamento. Servono senso di responsabilità e concretezza, per dare ai cittadini e alle imprese segnali tangibili. Ad oggi, solo parole e tasse, mai un risultato concreto. Forza Italia, dai banchi dell’opposizione, porterà avanti sino in fondo, insieme agli alleati, la sfiducia al governatore e continuerà a lavorare per il cambiamento, proponendo soluzioni vere e attuabili: in pochi giorni sono due i ddl presentati dal nostro gruppo all’Ars, quello sulle province e quello sulla formazione. E lo faremo sino alla caduta definitiva del presidente Crocetta, quando ci candideremo a guidare la nostra amata Sicilia”.

Leggi anche:
Cinque tonnellate di hashish su una barca, arrestati 3 turchi
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti