Il giuramento a Palazzo Chigi dei nuovi sottosegretari. Conte: dialogo con Parlamento e orecchio teso a gente

Loading the player...
16 settembre 2019

Con una cerimonia a Palazzo Chigi i nuovi sottosegretari hanno giurato nelle mani del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, concludendo così la formazione del nuovo esecutivo giallorosso. I nuovi componenti della compagine governativa hanno letto la formula del giuramento poi si sono avvicinati al banco della presidenza per firmare il verbale alla presenza, in qualità di testimoni, del sottosegretario alla presidenza, Riccardo Fraccaro e del segretario generale di Palazzo Chigi, Roberto Chieppa.

Conte, al termine della cerimonia di giuramento dei 42 tra sottosegretari e viceministri, ha rivolto un saluto ringraziandoli per la “disponibilita’” e dando loro “il benvenuto nella squadra del governo”: “Abbiamo una grande responsabilita’ – ha scandito il premier – perche’ siamo qui per un ufficio pubblico, dobbiamo farlo con disciplina e onore come prescrive la Costituzione ma, al di la’ della formula costituzionale che sara’ la nostra stella polare, noi ci metteremo tanto cuore, passione e impegno perche’ l’occasione di potere servire il nostro Paese non capita tutti i giorni”.

Conte ha quindi spronato la squadra dicendo: “Dovremo fare il massimo per cercare di rispondere a bisogni urgenze e attese che ci vengono dalla comunita’ nazionale, lo faremo con orgoglio e determinazione, consapevoli di rappresentare un grande Paese”. Dal premier, infine, una raccomandazione: “Sara’ molto importante curare con la massima attenzione il rapporto con le forze politiche che sono rappresentate in Parlamento, noi abbiamo l’obiettivo realizzare l’azione di governo ma dobbiamo farlo nel dialogo con le forze in Parlamento, oltre a tendere sempre l’orecchio alle comunita’, alle persone che incontriamo. In commissione e in tutte le occasioni cerchiamo – ha concluso – di mantenere un filo diretto perche’ in questo sarete determinanti per l’efficacia del governo”.  Dopo il breve indirizzo di saluto del capo del governo, i nuovi componenti della compagine si sono radunati per una foto ricordo collettiva.

Leggi anche:
ArcelorMittal acquista gruppo indiano Essar Steel per 6 miliardi di dollari. E in Italia toglie le tende

Intanto, s’è concluso a palazzo Chigi il breve “conclave” della delegazione governativa del M5S, presieduto dal ministro degli Esteri e capo politico stellato, Luigi Di Maio. Un giro d’orizzonte, con la partecipazione dei nuovi sottosegretari, durante il quale, secondo quanto riferiscono fonti parlamentari, Di Maio ha illustrato le priorità nell’azione di governo e le linee principali di comportamento sulla collaborazione con i ministri e le forze politiche in Parlamento, sulla falsariga dei temi toccati dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel suo saluto al termine del giuramento dei sottosegretari. Di Maio è poi salito in auto ed ha lasciato palazzo Chigi. “Questi siamo noi. La squadra di governo del MoVimento 5 Stelle al completo. Siamo pronti a lavorare con determinazione e umiltà. Buon lavoro a tutti!” ha detto Di Maio pubblicandi la foto scattata oggi a Palazzo Chigi con tutti i ministri e sottosegretari del Movimento.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti