Globo d`oro: in gara per la regia Bellocchio, Garrone e Rohrwacher

Globo d`oro: in gara per la regia Bellocchio, Garrone e Rohrwacher
Matteo Garrone
4 giugno 2019

Sono Marco Bellocchio con “Il traditore”, Matteo Garrone con “Dogman” e Alice Rohrwacher con “Lazzaro Felice” i tre candidati di quest`anno al Globo d`oro per la regia. Il tradizionale premio assegnato dall`Associazione della Stampa Estera al cinema italiano, giunto alla 59ma edizione, quest`anno si rinnova, con un comitato diverso, il voto anche on line da parte di 40 giornalisti, le terne invece delle cinquine per i finalisti e un palcoscenico diverso: il 19 giugno, infatti, si svolgerà a Villa Wolkonsky, residenza dell’Ambasciatore britannico Jill Morris, la cerimonia di assegnazione dei premi.

Erano trentotto i film in concorso e la giuria ha selezionato per il premio come migliore opera prima “Bangla”, “Il campione” e “La terra dell’abbastanza”, per quello come migliore attrice Jasmine Trinca, protagonista di “Croce e delizia”, Francesca Niedda per “Ovunque proteggimi” e Anna Foglietta interprete di “Un giorno all’improvviso”. Per la categoria maschile in gara ci saranno: Alessandro Borghi per “Sulla mia pelle”, Marcello Fonte per “Dogman” e Pierfrancesco Favino per “Il traditore”. Il Premio alla Carriera andrà a Franco Nero e Vanessa Redgrave, mentre quello per la giovane promessa andrà alla piccola interprete de “L`amica geniale” Ludovica Nasti.

In corsa per il premio alla miglior Colonna Sonora il comitato ha selezionato Luca Ciut per “Resina”, Gabriele Panico e Franco Eco autori delle musiche de “Il bene mio” e Nicola Piovani per il film “Il traditore”. Per la sezione Miglior Fotografia si contenderanno il Globo d’Oro “Il primo re” con Daniele Cripì e Giuseppe Maio; Daria D’Antonio per” Ricordi?” e “Il bene mio” con Giorgio Giannoccaro. Infine la terna per la Miglior Sceneggiatura vede in gara Marco Bellocchio, Valia Santella, Ludovica Rampoldi, Francesco Piccolo autori de “Il traditore”; Alessio Cremonini, Lisa Nur Sultan di “Sulla mia pelle” e Alice Rohrwacher autrice e regista di “Lazzaro Felice”.

Leggi anche:
Vasco Rossi, "Non siamo mica gli americani" rivive 40 anni dopo

Novità di questa edizione il Premio per la Miglior Serie TV, che vede candidati “L`amica geniale”, “Il nome della rosa” e “La porta rossa”. Il Gran Premio della Stampa Estera quest’anno verrà assegnato al maestro Ezio Bosso, e che sarà presente il giorno della cerimonia di premiazione. Il 19 giugno, alla serata di gala nei giardini di Villa Wolkonsky, si esibiranno sul palcoscenico, oltre al maestro Bosso, anche Arturo Muselli, straordinaria rivelazione di “Gomorra – La Serie”, e Phaim Bhuiyan, regista di Bangla, insieme alla sua band.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti