Il governo del cambiamento va avanti a colpi di voti di fiducia

Loading the player...
13 dicembre 2018

Doppio voto di fiducia per il governo Lega-M5s, che in giornata ha dato il via libera al ddl anticorruzione e al decreto fiscale. Al Senato l’ok col voto di fiducia al provvedimento ribattezzato “spazzacorrotti” è arrivato in mattinata; con 162 voti a favore, 119 contrari e 1 astenuto. Il provvedimento, approvato così a Palazzo Madama, torna ora alla Camera per la terza lettura che, a meno di incidenti di percorso, dovrebbe essere la definitiva.

Leggi anche:
Amatrice, a 3 anni dal terremoto la ricostruzione ancora non decolla

Secondo gli accordi, il dl sarà legge prima di Natale. Da parte del governo “non c’è abuso del voto di fiducia”, ha affermato il Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, in una dichiarazione dopo il voto. Il disegno di legge anticorruzione, ha spiegato Bonafede “è considerato fondamentale per l’azione di governo, è un impegno preso con i cittadini, e per questo ritengo giusto che il governo abbia posto la fiducia”. L’unica modifica prevista al provvedimento caro ai 5 stelle è stata effettuata durante l’esame in commissione Giustizia, dov’è stata soppressa la norma sul peculato approvata alla Camera con il voto segreto e il parere contrario di governo e maggioranza. L’altro voto di fiducia, alla Camera, ha riguardato il dl fiscale: il governo ha incassato la fiducia con 310 voti a favore, 228 contrari e 4 astenuti.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti