Governo diviso sui accoglienza migranti, si consolida asse Conte-Di Maio

Governo diviso sui accoglienza migranti, si consolida asse Conte-Di Maio
Luigi Di Maio e Giuseppe Conte
5 gennaio 2019

Governo diviso sul destino dei 49 migranti a bordo delle due navi Sea Watch e Sea Eye. Da una parte il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il vicepremier M5s, Luigi Di Maio, che annunciano la “disponibilita’” manifestata dall’Italia ad accogliere mamme e bambini a bordo delle navi. Dall’altra, il vicepremier leghista, Matteo Salvini, che da giorni ripete come una litania i “porti italiani sono chiusi” ai migranti, e che ribadisce il concetto in un duro post su Facebook, in cui chiede che si ponga fine ai “ricatti” e spiega di non aver cambiato idea.

Chi ha parlato con il ministro dell’Interno, ad ogni modo assicura che Salvini non sia irritato per la sortita di Conte e Di Maio, della quale – si osserva – sarebbe comunque stato messo a conoscenza. Su Palazzo Chigi sarebbe intervenuto il pressing dell’Unione europea, con il Commissario Dimitris Avramopoulos, come spiegato dalla portavoce dell’esecutivo Ue, che avrebbe “invitato gli Stati membri a dare sostegno e a contribuire a questo sforzo congiunto per sbarcare in sicurezza quanti sono a bordo il prima possibile. Dopo l’annuncio di Di Maio e la disponibilita’ confermata da Palazzo Chigi, Salvini ha comunque voluto ribadire la sua linea.

Leggi anche:
Casarini, il rivoluzionario di professione: dai social forum ai barconi

“Una nave tedesca e una nave olandese, in acque maltesi. Ma ad accogliere dovrebbe essere ancora una volta l’Italia – ha scandito su Facebook – La nostra Italia che ha gia’ accolto quasi un milione di persone negli ultimi anni, la nostra Italia dove piu’ di un milione di bambini vive in condizioni di poverta’ assoluta. Il traffico di esseri umani va fermato: chi scappa dalla guerra arriva in Italia in aereo, come gia’ fanno in tanti, non con i barconi. Possiamo inviare a bordo medicine, cibo e vestiti, ma basta ricatti. Meno partenze, meno morti. Io non cambio idea”. Resta agli atti che i suoi collaboratori, quanto al suo mood, descrivono il ministro dell’Interno solo “al lavoro per risolvere i problemi”.

Stando a quanto viene riferito da chi ha parlato con Salvini in serata, il ministro dell’Interno non e’ quindi irritato ma comunque e’ stato “colto di sorpresa” dall’annuncio. E’ vero che era stato messo a conoscenza dell’iniziativa di Conte e Di Maio, ma l’avrebbe appresa tramite un messaggio inviatogli dal collega vicepremier con “pochissimo preavviso” rispetto all’uscita del post in cui Di Maio annunciava la disponibilita’ ad accogliere mamme e bambini. Evidentemente, si fa notare in ambienti Lega, i 5 stelle “rispondono a logiche interne” nell’annunciare queste decisioni. Salvini rimane della sua posizione. Le due navi, che hanno bandiere olandese e tedesca, sono praticamente sulla spiaggia di Malta e il meteo sta peggiorando. Nelle prossime ore la Valletta sara’ costretta – come successo tante volte all’Italia – a farli scendere: togliere a Malta, Olanda o Germania “le castagne dal fuoco sarebbe una follia”, viene riferito.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti