Elezioni e politica. Ecco perché “voi intellettuali non ce state a capi’ un c.”

Elezioni e politica. Ecco perché “voi intellettuali non ce state a capi’ un c.”
Ferie d'agosto | Paolo Virzì (1996)
28 maggio 2018

Globalizzazione, sharing economy, web. Il mondo è cambiato. Internet ha cancellato la mediazione (e la delega) e rivoluzionato anche la politica. Mi sembra evidente che analisti, osservatori e politologi che imperversano (in tv e altrove) siano ancora legati a vecchi schemi e a contesti superati.

LA POLITICA E’ CAMBIATA. Per capirla bisogna guardarla con gli occhi della rivoluzione tecnologica, del nuovo marketing ma anche con quelli dei cittadini che ogni giorno fronteggiano tanti problemi. Mi viene in mente il film “Ferie d’agosto” in cui Ennio Fantastichini (commerciante romano) rimprovera Silvio Orlando (giornalista di sinistra e saggista): “La verità è che voi intellettuali non ce state a capi’ un cazzo, ma da mo’…”.

P.S. PER MASOCHISTI – Quello che penso su questo tema l’ho scritto nel libro “LOVEPOLITIK” (Castelvecchi, 2017)

Leggi anche:
Rouhani annuncia scoperta di un maxi-giacimento di petrolio e avverte Trump, Iran aumenta di un terzo le sue riserve

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti