Governo, ripristinata elettricità al 100%

Loading the player...
14 marzo 2019

E’ stata quasi del tutto ripristinata la rete elettrica del Venezuela dopo il lungo blackout, durato giorni, che ha messo in ginocchio il Paese. Lo ha dichiarato il ministro venezuelano delle Comunicazioni Jorge Rodriguez che ha precisato: “Il presidente, Nicolàs Maduro, ha deciso che riprenderanno tutte le attività lavorative”.

Scuole chiuse, invece altre 24 ore. Anche l’emergenza legata alla carenza di acqua potabile è stata risolta nell’80% del Paese e nel 70% della capitale Caracas, ha detto Rodriguez. La corrente è tornata ma in molte città lo scenario è di devastazione. A Maracaibo, ad esempio, negozi vuoti, vandalizzati e presi d’assalto.

“Passeggi per la città e sembra ci sia stata una guerra – racconta un uomo – la gente va in giro qua e là cercando di capire dove può trovare qualcosa da mangiare”. “Da quando è accaduto tutto una settimana fa ad oggi non è cambiato molto, è ancora tutto chiuso, la gente ha fame ma non bisogna distruggere tutto altrimenti dove andremo a finire?”.

Sul blackout restano comunque due posizioni contrapposte: Maduro ha accusato gli Stati Uniti di averlo provocato con un cyber attacco all’azienda elettrica nazionale. L’autoproclamatosi presidente Juan Guaidò, invece, ha accusato il governo, parlando di insufficienti investimenti per la manutenzione degli impianti – per la maggior parte idroelettici – e della rete.

Leggi anche:
Marcucci dà a Toninelli lista opere bloccate: "Prendila, cretino"

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti