Gpl o Metano? Ecco la dfferenza

Gpl o Metano? Ecco la dfferenza
23 dicembre 2017

La mobilità è ormai di fronte ad un momento topico. Una rapida accelerazione verso carburanti alternativi e più puliti, in primis metano ed elettricità, per combattere lo smog soprattutto in città. Per le rispettive industrie è il momento di attivarsi, partendo da una maggior conoscenza delle tecnologie disponibili: gas naturale compresso, gas naturale liquefatto, elettrico. Manca infatti una più diffusa e consapevole cultura in tema di mobilità sostenibile, con i consumatori che spesso non sono in grado di distinguere nemmeno tra GPL e metano. E’ uno degli aspetti, quello del cosiddetto awareness, che è emerso con maggior forza nel corso del convegno “Quale Mobilità” alla Link University, promosso dal gruppo interparlamentare per il clima Globe Italia. Fondamentale quindi è informare, per aiutare a comprendere questo momento topico. Ad esempio chiarendo che il metano e l’elettrico non sono in competizione, sono anzi complementari, si tratta solo di diverse scelte tecnologiche. E che i veicoli a metano si possono parcheggiare in sicurezza anche nelle autorimesse. Con il gas più maturo, il che non significa che non si possa sviluppare ulteriormente.

Leggi anche:
Il paradiso dei golosi, boom per la pasticceria artigianale

Andrea Ricci, a capo dello sviluppo CNG di Snam: “Noi abbiamo un’idea abbastanza ferma sul fatto che l’ibrido gas potrebbe essere una soluzione molto forte perchè abbiamo fatto alcune valutazioni di emissione e siamo in presenza di emissioni sia inquinanti che clima-alteranti estremamente basse”. Più informazione ma anche più infrastrutture. In Italia non mancano quelle per andare a CNG, il metano per autotrazione, con 1200 impianti ai quali da parte di Snam si aggiungeranno fino ad altri 300. Occorre però anche qualche passo avanti nelle regole, ad esempio introducendo l uso dei self service. Infine c’è il tema Biometano, il gas rinnovabile di lunghissimo termine. Di nuovo Ricci: “Già le emissioni di inquinante dell’auto a gas è molto bassa ma nel momento in cui si inserisce il biometano anche il clima-alterante si azzera. Anzi, addirittura con la cattura della CO2 si può andare a bilancio di emissione negativo. Quindi stiamo lavorando come Snam anche nell’area del Biometano per capire come meglio aiutare il paese a sviluppare l’infrastruttura perché anche in questo caso già c’è, funziona, non ha bisogno di sviluppi sostanziali”.

Leggi anche:
Un milione e 300 mila persone assistono alla messa, il Papa saluta il Perù

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti