Grace à Dieu, il film di Ozon sui preti pedofili esce in Francia

Loading the player...
20 febbraio 2019

Dopo aver vinto il Gran Premio della giuria a Berlino, è uscito nella sale francesi “Grace à Dieu” di François Ozon, film d’inchiesta su casi di pedofilia nella chiesa in Francia. L’uscita al cinema ha dovuto aspettare il via libera del tribunale perché la vicenda raccontata dal regista, che vi ha lavorato per anni in segreto, è quella del prete 73enne Bernard Preynat ancora in attesa di processo, per anni coperto dalla chiesa di Lione, in particolare dal suo arcivescovo, il cardinale Philippe Barbarin. Il film parla degli abusi su circa 70 bambini che facevano parte del suo gruppo scout, dal punto di vista delle vittime che hanno denunciato dando il via all’indagine.

Il regista, premiato alla Berlinale aveva detto: “E’ un premio che mi fa estremamente felice, specialmente per il film, è stato difficile finanziarlo, produrlo, ho trovato molte resistenze, in molti non volevano che uscisse e che fosse premiato, è un riconoscimento del suo valore e della sua importanza”. Forti le reazioni dopo la prima a Parigi. “Sono stato anche io boyscout – racconta un uomo – il mio capo scout ha abusato di me, era la notte del… non ricordo… Mi ha detto: vieni a dormire nella mia tenda. Allora non pensavo ci fosse nulla di male, l’ho raccontato agli altri e gli hanno fatto abbandonare il campo”. “Molto duro, violento, ma liberatorio” dice un altro spettatore. “Perché è importante? – aggiunge un altro – ci sono atrocità che sono state commesse a lungo e continuano ad accadere. E’ necessario ricordarle per farle cessare”. Il film uscirà anche in Italia quest’anno con Academy Two.

Leggi anche:
"Peterloo", Mike Leigh: un film perché preoccupato per democrazia

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti