Tregua tra Usa e Cina, e le Borse volano. “Grandi notizie” all’orizzonte

Tregua tra Usa e Cina, e le Borse volano. “Grandi notizie” all’orizzonte
25 febbraio 2019

I “progressi sostanziali” nei colloqui tra Cina e Stati Uniti sul commercio fanno volare le Borse cinesi e trainano al rialzo le Borse internazionali, all’indomani dell’ultimo round di colloqui a Washington, dove Donald Trump ha incontrato la delegazione cinese guidata dal vice premier Liu He. Il presidente Usa ha deciso di prorogare oltre il primo marzo la tregua sulla disputa tariffaria per finalizzare l’accordo in un vertice con il presidente cinese, Xi Jinping, nel resort di Mar-a-Lago, in Florida. “In una settimana o due” potrebbero esserci “grandi notizie” sulla questione dei Dazi, ha detto Trump. Per ora, quindi, non e’ previsto alcun aumento al 25% delle tariffe su 200 miliardi di dollari di merci esportate dalla Cina verso gli Stati Uniti, gia’ soggette, da settembre scorso, a Dazi del 10%.

Nell’escalation tariffaria dello scorso anno sono compresi anche altri 50 miliardi di dollari di prodotti tecnologici cinesi esportati verso gli Usa e oltre 100 miliardi di dollari di prodotti americani sottoposti a Dazi di rappresaglia all’ingresso in Cina. “La Cina e’ stata magnifica”, ha detto Trump, “vogliamo fare un grande accordo per entrambi i Paesi ed e’ davvero quello che stiamo facendo”. Anche la Xinhua ha evidenziato i “sostanziali progressi” su “specifici punti”. I trasferimenti di tecnologia, i diritti di proprieta’ intellettuale, le barriere non tariffarie, il settore dei servizi, l’agricoltura e i tassi di cambio hanno registrato avanzamenti verso un accordo finale e “le due parti continueranno a lavorare per il prossimo stadio, in base alle istruzioni dei leader dei due Paesi”, ha scritto l’agenzia di stampa cinese.

Leggi anche:
Via libera a rimborsi a truffati da banche, no a "Salva Roma". L'ira di Conte contro Salvini: "Non siamo tuoi passacarte"

Le Borse hanno apprezzato: le piazze cinesi hanno chiuso con guadagni oltre il 5%: Shanghai in aumento del 5,6%, e Shenzhen in rialzo del 5,59%. Positiva anche Tokyo, +0,48%. Mattinata di rialzi anche per le Borse europee. Non tutto, pero’, appare completamente risolto: Washington vuole un meccanismo per assicurare che agli impegni presi dalla Cina seguano le riforme attese, e anche da parte cinese permane qualche dubbio. “Non si puo’ escludere l’emergere di nuove incertezze”, avverte la Xinhua, “e la natura di lungo termine, la complessita’ e la difficolta’ delle frizioni commerciali tra Cina e Stati Uniti devono essere chiaramente riconosciute”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti