Guerra dei dazi, Stati Uniti e Cina avvicinano posizioni

Guerra dei dazi, Stati Uniti e Cina avvicinano posizioni
10 gennaio 2019

Cina e Stati Uniti segnalano progressi verso la risoluzione della guerra dei dazi, al termine dei tre giorni di colloqui sul commercio bilaterale che si sono conclusi a Pechino tra le delegazioni cinesi e statunitensi. Cina e Stati Uniti hanno “gettato le fondamenta” per risolvere la disputa tariffaria in corso tra le due grandi economie dopo “estesi, profondi e dettagliati” colloqui, ha fatto sapere il Ministero del Commercio cinese: le delegazioni di Pechino e Washington hanno affrontato “questioni strutturali di comune preoccupazione” e hanno “aumentato la comprensione reciproca e gettato le fondamenta per risolvere le comuni preoccupazioni”.

Segnali di progressi erano giunti alcune ore prima anche da Washington, dove l’ufficio dello Us Trade Representative aveva segnalato che Cina e Stati Uniti hanno messo a punto strumenti per giungere a “giuste, reciproche ed equilibrate relazioni commerciali” e che la Cina si e’ impegnata ad acquistare “una sostanziale quantita’ di prodotti agricoli, dell’energia, e manifatturieri e altri prodotti e servizi” dagli Stati Uniti. I tre giorni di colloqui conclusi ieri a Pechino sono stati il primo faccia-a-faccia tra i funzionari di Washington e Pechino dopo la tregua di novanta giorni concordata dal presidente Usa, Donald Trump, e dal presidente cinese, Xi Jinping, il 1 dicembre scorso a Buenos Aires, a margine del vertice del G20.

Leggi anche:
Cohen rinvia deposizione a Congresso, "minacce Trump"

Qualora Cina e Stati Uniti non trovassero un accordo alla guerra commerciale in corso entro il 1 marzo prossimo, tornerebbe a inasprirsi l’escalation dei dazi, che sta gia’ avendo effetti sulle economie dei due Paesi: Trump ha minacciato di alzare dal 10% al 25% i dazi su duecento miliardi di dollari di prodotti cinesi esportati verso gli Stati Uniti, con la possibilita’ di imporre dazi su praticamente tutto l’export cinese diretto verso gli Usa. Fino a oggi, gli Usa hanno imposto dazi su 250 miliardi di dollari di merci cinesi e Pechino ha replicato con tariffe di rappresaglia su un totale di 110 miliardi di dollari di merci statunitensi esportate verso la Cina.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti