Hitech made in Italy, la mano bionica stampata in 3d

Hitech made in Italy, la mano bionica stampata in 3d
15 gennaio 2019

Si chiama Adam’s hand la protesi hitech stampata in 3D ideata da una startup italiana di Lecce, presente al Ces di Las Vegas (organizzato dalla Consumer Technology association), con la missione italiana di Tilt. Giovanni Zappatore è il ceo di BionIT Labs.

“Adam’s Hand è una protesi dedicata agli amputati dell’arto superiore basata sul meccanismo in fase di brevetto che ci consente con un solo motore di far muovere tutte e 5 le dita facendo in modo che si adattino a forma e dimensione degli oggetti impugnati. Usare un solo motore ci consente anche di utilizzare un dispositivo più leggero, più compatto con autonomia maggiore e meno rumoroso, tutto ciò ad un costo fino ad un terzo di quello dei competitor di fascia alta presenti attualmente sul mercato”.

“L’idea è partita da una tesi triennale del sottoscritto in ingegneria industriale che si è poi sviluppata in una laurea specialistica in ingegneria meccanica e ha poi preso vita grazie a un bando della Regione Puglia a fondo perduto da 30mila euro che ci ha concesso di fondare BioniIT labs”. La startup, dopo aver terminato il prototipo beta, è ora in fase di fundraising per raccogliere i capitali necessari per arrivare sul mercato nel 2020.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti