Incinta a 11 anni, amico di famiglia abusava della piccola nigeriana. Arrestato connazionale

Incinta a 11 anni, amico di famiglia abusava della piccola nigeriana. Arrestato connazionale
25 novembre 2017

Erano iniziate a settembre le violenze nei confronti della bambina di 11 anni di origini nigeriane rimasta incinta a Torino in seguito agli abusi da un amico di famiglia connazionale. A scoprire la gravidanza, giunta alla ventiduesima settimana, sono stati i medici dell’ospedale Sant’Anna, dove la mamma e la piccola si erano recate venerdi’ scorso per controllare quello “strano gonfiore alla pancia”. Subito dopo la scoperta, la piccola ha raccontato gli abusi subiti dal 35enne che sabato e’ stato arrestato dalla polizia per violenza sessuale e rinchiuso al carcere delle Vallette.
La bambina veniva spesso affidata a quel vicino di casa, nella periferia nord del capoluogo piemontese, insieme alle sorelline di 4 e 7 anni e al fratello di 13. Anche di notte, quando i genitori dovevano andare a lavorare: il padre perche’ operaio in fabbrica e la madre perche’ fa le pulizie in un supermercato. Quando tutti dormivano, il 35enne svegliava la piccola per costringerla ad avere rapporti sessuali e poi la minacciava che se avesse raccontato le violenze non avrebbe piu’ visto i suoi genitori.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
A Venezia è tempo di bilanci, oltre 1 miliardo di euro di danni. Brugnaro commissario, polemiche sul Mose


Commenti