Kristoffersen batte Hirscher ed è oro

Kristoffersen batte Hirscher ed è oro
Henrik Kristoffersen
15 febbraio 2019

Il norvegese Henrik Kristoffersen ce l’ha fatta a battere l’eterno rivale, il campionissimo austriaco Marcel Hirscher. E lo ha fatto proprio nella gara piu’ importante, lo slalom gigante mondiale. Kristoffersen ha vinto in 2.20.24, prima medaglia iridata in carriera a 24 anni, oltre a 16 vittorie in coppa. E’ solo argento l’austriaco Marcel Hirscher – oro due anni fa a St. Moritz ed oro un anno fa alle Olimpiadi, dominatore della stagione- in 2.20.44 e bronzo al francese Alexis Pinturault in 2.20.66 che pure era al comando dopo al prima manche e che comunque, con l’oro in combinata, porta a due le sue medaglie.

Gara da dimenticare per l’Italia a conferma di una stagione sempre ben lontana dal podio. In piu’ Manfred Moelgg e Luca De Aliprandini sino alla vigilia avevano la febbre ed erano a letto influenzati. La prima manche, con Riccardo Tonetti fuori, ha cosi’ visto gli azzurri subito nelle retrovie. E cosi’ Moelgg – solo 25/o – ha preferito non affaticarsi oltre ed ha disertato la seconda manche. Miglior azzurro alla fine della giostra e’ cosi’ stato il trentino Luca De Aliprandini ma 20/o in 2.23.33 . Poi c’e’ unicamente l’altoatesino Simon Maurberger 23/o in 2.23.98. E’ stata una seconda manche tiratissima con i primi tre che era compresi in 18 centesimi ed a parti rovesciate rispetto al podio finale. Il piu” un fondo duro per l’abbassamento delle temperature rispetto alla prima manche e soprattutto un tracciata molto piu” filante e veloce, hanno costretto tutti a dare il massimo .

Leggi anche:
Cristiano Ronaldo torna ad allenarsi col Portogallo

Alla fine Kristoffersen l’ha spuntata lasciando l’Austria ancora senza oro in questi Mondiali: quasi una bestemmia. Hirscher, nei panni dell’attesissimo salvatore della patria, ha fatto dunque cilecca. Valga come attenuante il fatto che alla vigilia aveva mal di gola e si era raffreddato: Ora dovra’ rifarsi nello speciale conclusivo di domenica. Domani tocca invece allo slalom speciale donne con la statunitense Mikaela Shiffrin che anche in questa gara dovra’ vedersela soprattutto con la ceca Petra Vlhova. Per l’Italia saranno in pista tre sole atlete: la veterana trentina Chiara Costazza, la valtellinese Irene Curtoni e la giovane friulana Lara Dalla Mea che si e” messa in evidenza nella gara a squadre per nazioni. Lo slalom speciale donne e’ la disciplina in cui ormai da anni l’Italia non ottiene risultati significativi. Prima manche alle ore 11 e seconda alle 14.30.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti