La fine del Nafta potrebbe far crollare economia Messico del 2,6%

30 ottobre 2017

Se il Nafta dovesse fallire dopo le discussioni in corso tra Stati Uniti, Messico e Canada, il Pil del Messico dovrebbe scendere del 2,6%, le esportazioni del 15% e le importazioni dovrebbero diminuire del 16%. Lo sostiene una nuova analisi pubblicata oggi dalla banca spagnola Santander. Questa situazione sarebbe la peggiore delle tre prospettate dall’istituto di credito e si avvererebbe se dovesse iniziare una guerra delle tariffe. Negli altri due casi, la banca mette in luce tuttavia che l’economia del Messico perderebbe rispetto alle previsioni di oggi con il Nafta ancora in vigore. Nel 2018 infatti è previsto un Pil in crescita del 2,7%, contro una crescita del 1,9 nel caso dovesse uscire dal Nafta e iniziare il processo per ritornare alle regole dell’Organizzazione mondiale del commercio, con un ulteriore indebolimento nel 2019 a quota +1% del Pil. Moody’s è stata ancora più drastica sostenendo che il Pil potrebbe crollare anche del 4% con l’uscita dal Nafta.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
ArcelorMittal accoglie invito del Tribunale, sospeso lo spegnimento degli impianti


Commenti