La Fontana di Trevi si rifà il “look”, ecco le nuove luci dell’opera di Nicola Salvi

Loading the player...
19 settembre 2019

La sindaca di Roma Virginia Raggi, l’amministratore delegato di Acea Stefano Donnarumma e la Sovrintendente Capitolina ai Beni Culturali Maria Vittoria Marini Clarelli, hanno premuto il “bottone” per accendere le nuove luci della Fontana di Trevi. Un impianto di illuminazione artistica che ripristina una luce più morbida dopo che l’intervento più recente, sempre ad opera di Acea, aveva suscitato molte polemiche per il tono fulgido dei led utilizzati.

“Questa sera abbiamo acceso di nuovo le luci sulla bellissima fontana di Trevi ed è un’emozione unica perché possiamo restituire ai romani e ai turisti la bellezza di un monumento anche con la luce artificiale e con una luce che in realtà è stata studiata in ogni singolo elemento, in ogni singolo dettaglio. Sono stati riposizionati oltre 90 proiettori al led, alcuni dei quali sono immersi nella fontana, proprio per riuscire a restituire un’emozione anche quando in realtà la luce naturale non c’è di notte, per riuscire a stupire, perché Roma è questo quello che deve fare e in questo caso con l’aiuto di Acea, abbiamo fatto un ottimo lavoro. Ringrazio la Maison Fendi che nel 2015 ha effettuato un lavoro di restauro veramente pregevole e oggi con questa illuminazione possiamo di nuovo godere della bellezza di questa fontana”.

In soli due giorni di lavoro sono stati sostituiti 56 proiettori con tecnologia a LED, poi riposizionati accuratamente nei punti strategici del complesso monumentale. Il puntamento di alcuni proiettori posizionati sulle conchiglie alle spalle della statua di Oceano ha consentito di mettere in risalto la struttura centrale del monumento, mentre altri proiettori inseriti all’interno della vasca e ai piedi della scogliera e delle statue laterali, rifiniscono i dettagli a lato del corpo centrale.

Leggi anche:
La Russia dice addio ad Alexej Leonov, primo spacewalker
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti