La replica di Civati ai suoi ‘discepoli’ siciliani: “Irricevibili parole della Monastra”

La replica di Civati ai suoi ‘discepoli’ siciliani: “Irricevibili parole della Monastra”
22 marzo 2015

“Trovo irricevibili le parole di Antonella Monastra, si vede che forse ha deciso di fare parte di un sistema. Stiamo ponendo un problema politico gigantesco che c’è in questa Regione: il trasformismo del Pd in Sicilia”. Replica così, ai suoi ‘discepoli’, Pippo Civati alle polemiche sulla sua partecipazione all’iniziativa “#SottoSopra – La Sicilia di domani”, promossa da Prc, Sel e movimenti per creare un progetto politico alternativo al Pd in Sicilia e al governo Crocetta. “Non mi riconosco – aggiunge Civati – in quello che sta facendo il governo Renzi e nella gestione del Partito democratico ma non vedo il motivo per cui devo andare via io con infamia. Non sto facendo niente di diverso di quello che ho detto durante le primarie del Pd. Se il Pd si trasforma non è mia responsabilità, ma un mio dispiacere”. In altri termini, “non sto facendo niente di diverso di quello che ho detto durante le primarie del Pd. Se il Pd si trasforma non è mia responsabilità ma un mio dispiacere”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Confindustria boccia la manovra: insufficiente, non efficace su crescita


Commenti